Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato a Dazn, dopo la vittoria contro l’Udinese, ecco le sue parole:

“Sulla gestione iniziale? Forse siamo partiti lenti, sì, ma tante volte siamo stati troppo precipitosi nelle giocate. Nel secondo tempo McKennie ha cominciato a far la mezzala, Miretti si è spostato, sapevamo delle difficoltà che potevamo avere all’inizio della partita, ma ci serviva quel determinato assetto. Nel secondo tempo siamo cresciuti, abbiamo creato tanto. Di Maria ha fatto delle giocate da talento vero. Noi dobbiamo continuare a lavorare in silenzio, perché siamo nelle prime 4 e questa vittoria consolida la classifica. Abbiamo difeso bene perché in area non sono più entrati. Di Maria? Ha giocato 60/70 minuti a buoni livelli, era reduce da uno stop. Sono contento della sua prestazione, ma sono felice in realtà di tutta la squadra che ha messo il cuore. Serve l’aiuto di tutti. Paredes? Può diventare un giocatore importante: ha qualità straordinarie, ma deve giocare un po’ meno sul corto, deve migliorare sotto quel punto di vista. Napoli? Sono sempre loro i favoriti per lo scudetto. Giocare a Napoli è sempre bello, sarà una bella serata”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui