Gattuso: “E’ il primo anno che faccio il pressing offensivo, con Milan e Napoli non lo facevo, Mondiali? Amrabat mi ha commosso”



Rino Gattuso, allenatore del Valencia,
in una lunga intervista al quotidiano
sportivo spagnolo AS, in cui parla del suo attuale ruolo e della differenza rispetto
a quanto era giocatore, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Era da tanto che non vedevo un giocatore
simile a me, ma l’ho visto ai Mondiali: Amrabat. Mi ha commosso molto, sembravo
io quando giocavo a 27 anni. La vita era molto migliore quando giocavo -afferma Gattuso -, da allenatore proprio non ce l’hai. Devo ringraziare mia moglie, non
so come stia ancora con me, ma in qualche modo devo cambiare, perché non puoi
passare 18 o 19 ore a pensare al calcio -prosegue Gattuso – Ho corso tanto e tatticamente ero fortissimo, ma
sicuramente nel calcio moderno mi mancherebbe qualcosa. Avevo carattere, ma per
il modo in cui mi piace giocare non basta avere carattere. Ora vedo il calcio
in modo totalmente diverso rispetto a quando giocavo. Se guardi le partite del
Milan o del Napoli quando ero lì, non pressavamo in attacco. A Valencia è il
primo anno che lo faccio”.

Conclude
Gattuso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui