Sosa: “L’Argentina è come Napoli, bisogna godersi il momento! Dopo il Mondiale, confido in Diego per una nuova profezia, Spalletti mi colpì per personalità ed empatia, Lobotka fa giocare bene chi gli sta accanto, Kim mi ha davvero sorpreso più di tutti”

Roberto Carlos Sosa, ex attaccante del Napoli, ha rilasciato
un’intervista a “Napoli Magazine.Com. Queste le sue parole:


“Corsa Scudetto? Il discorso non deve basarsi sulla possibilità che il
Napoli possa vincere il campionato o perderlo, io sono dell’idea che bisogna
godersi ogni momento.-afferma Sosa – Che sia positivo o negativo si impara sempre qualcosa. Il
Napoli finora ha disputato un campionato
straordinario ed una Champions eccezionale
. Il Napoli ha fatto un lavoro super, e questo aspetto va sottolineato, senza porci domande
psicologiche o di terrorismo psicologico sul traguardo finale o su come
proseguirà il campionato. 


Spalletti incide in tutto, perchè è l’allenatore. Quando le cose vanno
male il primo indiziato ad essere sostituito e’ proprio il tecnico, per cui se
tutto va bene e’ giusto sottolineare la bravura dell’allenatore. Io ho avuto l’opportunita’
di avere Spalletti come tecnico a Udine
, in un periodo difficile perche’ stavamo
retrocedendo. -prosegue Sosa – Il mister era alle prime esperienze, stiamo parlando di piu’ di
20 anni fa, ma mi colpi’
subito per la sua personalita’, per la sua empatia. Spalletti ha sempre avuto una grande capacita’ di motivare i giocatori. Con l’esperienza acquisita negli anni riesce a
sfruttare al massimo le caratteristiche di ogni calciatore. 


Osimhen goleador? Il Napoli non ha bisogno di un singolo elemento per
fare la differenza. Se pensiamo a Kvaratskhelia, allo stesso Osimhen, come a
Zielinski, Lobotka, Olivera, Kim, Meret, potrei davvero nominarli tutti,
perche’ sanno incidere con le loro peculiarità. Osimhen attacca bene la profondità, finalizza bene l’azione. -aggiunge Sosa – Per
caratteristiche sia lui che gli altri attaccanti in rosa hanno
dimostrato di essere all’altezza della situazione. Per questo dico che il
Napoli non ha bisogno solo di Osimhen ma di tutta la squadra per mantenere il
primato. Sul fronte Champions non mi va di dire in questo momento se c’e’ stato un
sorteggio favorevole o no. 


Gli Ottavi di Champions non sono mai facili per nessuna squadra, nemmeno
per il Real Madrid che e’ la piu’ titolata. Il piccolo vantaggio che avra’ il
Napoli, contro l’Eintracht Francoforte, è che la seconda partita la giocherà in casa, avendo vinto il girone. L’Eintracht e’ una squadra importante, che ha vinto l’Europa League nella
scorsa stagione. -ricorda Sosa – Quindi non sottovaluto l’impegno, sara’ una doppia sfida tutta
da vivere. Difficile dire chi mi ha sorpreso di piu’ dei nuovi acquisti del
Napoli, perche’ potrei trovare dei pregi in ognuno di loro. Dovendo fare un
nome dico Kim, perche’ e’ andato a rimpiazzare uno dei difensori piu’
forti del mondo come Koulibaly, giochi o meno in questo momento. 


Koulibaly resta uno dei 5 difensori piu’ forti del mondo, per questo
dico che Kim ha stupito piu’ di tutti. Certo e’ che Kvaratskhelia e’ straordinario, Olivera poi ha fatto sì che Mario Rui potesse disputare un campionato
molto buono, Raspadori e’ l’uomo piu’ in forma, come ha fatto vedere nelle ultime
amichevoli, e Simeone si fa sempre trovare pronto. Penso che il livello raggiunto
da Anguissa,
Ndombele e Zielinski 
sia dovuto al livello superlativo ottenuto da Lobotka, che e’ l’uomo che da’ equilibrio alla squadra sia in fase
di possesso che di non possesso palla. -continua Sosa – E’ tutto merito di Lobotka se chi gli
sta accanto sta facendo bene. Zielinski ha disputato finora un campionato importante, tranne le
ultime gare, seppur vinte, in cui era appaso un po’ con la testa al Mondiale
come Lozano e lo stesso Anguissa. Mi aspetto che alla ripresa recuperino il
livello raggiunto in precedenza. 


Meret? Se la difesa sta bene e’ perche’ alle spalle ha un portiere
che ha trovato una serenita’ importante. Non dimentichiamoci che fino alla
terza-quarta giornata si parlava di Navas, ed anche a Natale c’e’ ancora chi rimpiange il suo mancato
arrivo. Non e’ facile vivere con accostamenti del genere, soprattutto perche’
il ruolo del portiere e’ totalmente diverso da quello del difensore, del
centrocampista e dell’attaccante. Il portiere e’ uno solo e deve avere
continuita’. Spalletti ha deciso di puntare su Meret, -ritiene Sosa – ed ora che ha trovato
serenita’ riesce a trasmetterla anche ai compagni di reparto. Come mai molti
allenatori avversari del Napoli faticano a complimentarsi con gli azzurri dopo
che sono stati battuti? Ognuno fa il suo gioco, non mi va di pensare agli
altri. Ognuno puo’ dire o fare quello che vuole. Il Napoli deve pensare a se
stesso e non a quello che dicono gli altri, perche’ e’ il gioco delle parti. 


E’
possibile che dopo la sosta iniziera’ un altro campionato ma e’ meglio farlo
con +8 sulla
seconda, +10 sulla terza e +11 sulla quadra in classifica. Scherzi a parte, non si ripartira’ da
zero punti, quindi non inizia un nuovo campionato, e’ il prosieguo di quello
che ha visto protagonista una sola squadra che ha sovrastato tutti, ovvero il
Napoli. Scopriremo a fine stagione cosa accadra’, perche’ un Mondiale tra
novembre e dicembre non credo che si ripetera’ nella vita. Rinnovi? Il Napoli potrebbe aprire un ciclo straordinario di vittorie. Potrebbe essere l’anno buono, ma
se non dovesse succedere di vincere credo che il Napoli possa farlo anche
l’anno prossimo o tra due anni. Questi calciatori hanno dato dimostrazione di
saper affrontare qualsiasi situazione, stravincendo gare difficili al di la’
del bellissimo gioco espresso. 


Per questo motivo dico che bisogna godersi la strada
che ti porta al successo
. Ci sta di vincere 1-0 o 2-1, ma non ti godi il
percorso. Penso che il Napoli debba godere per cio’ che sta mostrando a tutti
perche’ se continuera’ cosi’ vedremo una squadra protagonista anche nelle
prossime stagioni. E’ un Napoli
superlativo
. Non pensiamo a quello che puo’ accadere. -sottolinea Sosa – Il
Napoli non deve temere nessuno, senza stare qui a parlare di triplete o di
altro. Se pensi a cosa puo’ succedere alla fine va a finire che non apprezzi
quello che hai fatto durante. I Mondiali? Non bisogna mai sottovalutare gli argentini, in tutti gli aspetti della vita. Non a caso noi argentini
assomigliamo molto ai napoletani. 


E’ stato un Mondiale molto bello, dall’inizio
si sapeva che sarebbe stato l’ultimo di Messi e
Di Maria
. In passato sono stati calciatori molto
criticati, come recita anche una canzone. Dopo la prima sconfitta sono venuti
fuori tutti gli anti argentini e gli anti Messi. Ora vorrei sapere dove sono.
Il calcio e’ la cosa meno importante tra quelle piu’ importanti della vita, che
va goduta attimo per attimo. Per la Seleccion è stato un crescendo di forza e
mentalita’. -spiega Sosa – All’inizio del Mondiale c’erano squadre piu’ forti, come il Brasile e la stessa Francia che ha rispettato le attese. Mi aspettavo molto di piu’
dall’Uruguay, senza dimenticare la Spagna e l’Inghilterra. Io comunque sono
sempre stato tranquillo perche’ sapevo che questo sarebbe stato il Mondiale di
Messi, ed in effetti e’ stato straordinario con i suoi 7 gol che lo hanno
eletto miglior giocatore della competizione. Solo Mbappè ha segnato 8 gol, uno in piu’ di Leo. 


Bravi anche Enzo Fernandez, il miglior giovane, ed Emiliano Martinez, per il titolo di miglior portiere. Per un argentino che non
si trovava in Argentina aver festeggiato la vittoria del Mondiale a Napoli e’
stato sicuramente il top, questa citta’ mi regala emozioni tutti i giorni. Sono
andato prima della partita a Piazza Dante, poi sono andato a salutare Diego ai Quartieri Spagnoli, prima di ritornare a Piazza Dante per festeggiare. Messi ha alzato gli occhi al cielo ed ha nominato Maradona prima del rigore decisivo di Montiel. E’ stato il primo Mondiale senza Diego, sarebbe stato
bellissimo vederlo consegnare la Coppa del Mondo a Messi. Da lassu’ sono
convinto che guida tutti noi sportivi che amiamo il calcio. Ed ora a Diego
tocca una nuova
profezia
: spingere il Napoli verso il terzo scudetto“.

Conclude Sosa

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui