A Radio Crc, nel corso della trasmissione “Si Gonfia La Rete”, è intervenuto l’allenatore Renzo Ulivieri. Queste le sue parole:

“Non si può giocare così tanto in un breve periodo, poi alla lunga si accusa. -afferma Ulivieri – C’è bisogno di un recupero sia fisico che mentale, tante volte le sensazioni scadono per questo. È un’organizzazione diversa in questa annata. Bisognerà trovare equilibrio, perché dobbiamo mantenere alto il livello dello spettacolo. Se più partite dovessero abbassare la qualità potrebbe essere un danno.

Nessuno si è accorto delle qualità di Kim e Kvaratskhelia, il calcio italiano ha grandi difficoltà ma brave le società che sanno fare scouting. -prosegue Ulivieri – Questa deve essere la strada: abbassare i costi di produzione come Napoli, Udinese e Atalanta arrivando su quelli che potrebbero essere futuri campioni.

Se c’è una lunga interruzione significa che ci sono due Campionati, il Napoli troverà vantaggio da questo perché Spalletti è sempre partito forte e ora ci sono due partenze. -aggiunge Ulivieri – È una stagione complessa.

L’unica strada è un patto di solidarietà fra presidenti di Serie A e Serie B che impongono certe regole.

Spalletti ha fatto un processo di miglioramento anno per anno sommando tutte le esperienze. -ritiene Ulivieri – Quando si arriva a una certa età ci si fossilizza, poi ci sono persone come lui che vanno avanti.

Oggi bisogna andare a vedere un giocatore che salta l’uomo, Kvaratskhelia lo è. Inizia sempre l’1 contro 1 e quasi sempre lo vince.”


Conclude Ulivieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui