Nando Orsi
Foto: Il Fatto Quotidiano

Orsi: ”Vedendo la Supercoppa, il Napoli sta cominciando ad avere un po’ di fiducia. È una partita di svolta. Vale tre punti, ma può valer 4 per gli scontri diretti”

A Radio CRC, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è intervenuto Nando Orsi, ex calciatore ed ex vice allenatore della Lazio. Queste le sue parole:

Orsi: ”Tra i portieri sono per la gerarchia”

“Tra i portieri sono per la gerarchia, a meno che non ci siano sfracelli c’è il titolare e la riserva. Il portiere ha bisogno di sentire fiducia. Gollini ha fatto bene in Supercoppa, non mi ha tanto convinto a Torino quando ha sostituito Meret. Il Napoli ha due buoni portieri, ma io reputo Meret ancora migliore. Il portiere non è aiutato da nessuno. Se il centravanti sbaglia tanti gol e alla fine ne segna uno, prende 7. Se il portiere fa tante parate e prende un gol alla fine, prende 4.5.

Orsi: ”Se fossi l’allenatore quando rientra Meret che sta bene, farei giocare lui”

Se fossi l’allenatore quando rientra Meret che sta bene, farei giocare lui. È una mia opinione. Solitamente quando cominci la stagione c’è sempre un portiere che parte titolare. Il portiere di riserva solitamente è sempre quello che sta un po’ dietro. La difesa è un reparto particolare, i difensori vanno in simbiosi e così il portiere che deve avere la fiducia dei difensori. 

”Quello del portiere è un ruolo particolare, non gioca solo con i piedi o con le mani, ma su tante cose”

Secondo me quello del portiere è un ruolo particolare, non gioca solo con i piedi o con le mani, ma su tante cose. Se un’ala destra sbaglia un passaggio è aiutata da un terzino per esempio. Se il portiere prende gol lo guardano tutti ed è lui il responsabile. Il gol non lo prende la squadra spesso, ma il portiere. 

Orsi su Lazio-Napoli

Lazio-Napoli? Due squadre incerottate. Vedendo la Supercoppa, il Napoli sta cominciando ad avere un po’ di fiducia. È una partita di svolta. Vale tre punti, ma può valer 4 per gli scontri diretti. Se il Napoli vince con questo nuovo modulo può cominciare ad avere consapevolezza che può vincere così. Tutte e due le squadre possono vincere perché non danno grandissima fiducia. Un po’ di più la Lazio in campionato, ma se guardo la Supercoppa devo ricredermi. 

Sull’Inter

L’Inter non è la Fiorentina e hai meno possibilità di ripartire. L’Inter ha avuto difficoltà con il Napoli, ma stando lì il gol lo puoi anche prendere. La Lazio ha giocato un po’ troppo aperta.

”Lazio e Napoli possono vincerla tutte e due questa partita”

Lazio e Napoli possono vincerla tutte e due questa partita nonostante il fatto che siano incerottate. Penso che Mazzarri abbia avuto voglia fin dall’inizio di giocare con i tre in difesa. Non mi convinceva quando diceva di voler giocare a quattro. È un Napoli meno spettacolare, ma più concreto. Si mette lì dietro e riparte, non hai Osimhen, Simeone e Kvaratskhelia per esempio. Il 3-4-3 è il modulo che fa meno danni in questo momento. La squadra ha capito che non servono più i fronzoli, ma il sacrificio. Ha capito che bisogna arrivare tra le prime quattro. A Mazzarri serve una squadra che fa sacrificio. Ho visto una squadra sacrificarsi un po’ di più.

Orsi sulla corsa Scudetto

La corsa Scudetto? Io penso che la Juventus abbia meno pressioni dell’Inter che è partita per vincere il campionato. Quando la Juve è lì vicino, per la sua storia e il suo DNA è difficile possa mollare. Quest’anno la Juventus non ha mai avuto un calo e non ha le coppe. L’Inter ha l’Atletico Madrid, può anche perdere qualche punto. Domenica ha la partita più difficile. 

”In relazione allo scontro diretto, bisogna capire cosa farà l’Inter quest’anno”

Quando hanno giocato Inter e Juve, l’Inter ha avuto più paura della Juventus. In relazione allo scontro diretto, bisogna capire cosa farà l’Inter. Inzaghi quest’anno è quasi obbligato a dover vincere lo Scudetto”.

Conclude Orsi

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui