Napoli

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Francesco Cattani, ex allenatore di Raspadori ai tempi del Sassuolo Under 15. Queste le sue parole:

Sul primo ricordo di Raspadori

“Il mio primo ricordo di Raspadori è la sua maturità. Già a 15 anni mostrava un atteggiamento da leader e da giocatore navigato. -afferma Cattani – Il tempo ha dato ragione a tutti noi che credevamo in lui, ha dimostrato di essere un giocatore già molto forte. Giacomo è uno intelligente che sa adattarsi ovunque in campo. Le sue qualità tecniche sono molto evidenti e l’essere ambidestro lo aiuta parecchio.

Cattani: ”Raspadori riesce ad essere sempre in anticipo nei tempi di gioco”

Riesce ad essere sempre in anticipo nei tempi di gioco. La mezzala può essere il suo nuovo ruolo, visto che ha tutte le caratteristiche per farlo, soprattutto i tempi di inserimento. Con me giocava punta centrale, ma capisco che Garcia lo possa provare anche lì. -prosegue Cattani – Scetticismo sulla tenuta fisica da centrocampista e in fase difensiva? Comprensibile, ma dico questo: Giacomo ci ha sempre sorpreso! Sin dalla Primavera sino alla vittoria dell’Europeo e dello Scudetto. Lui se si mette in testa qualcosa, lo fa e lo fa come meglio non si può.

Raspadori prima con Spalletti ed ora con Garcia

Con Spalletti, si vedeva che Giacomo aveva un rapporto di grande fiducia. -aggiunge Cattani – Vediamo ora come andrà con Garcia in panchina. Con Giacomo mi sento ancora durante i suoi passaggi più importanti nella carriera. Mi sono complimentato con lui dello Scudetto, ma ci eravamo salutati da vicino durante l’ultimo Bologna-Napoli. Mi fa piacere sapere di aver contribuito alla crescita di un calciatore così forte”.

Conclude Cattani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui