Durante un’intervista rilasciata a ESPN, l’ex portiere dell’Ajax, oggi in forza al VitesseKjell Scherpen, in campo due anni fa nella sconfitta dei lancieri contro la Roma in Europa League, è ritornato sulla gara con i giallorossi che, a suo dire, gli avrebbe marchiato in maniera negativa la permanenza nel club di Amsterdam. Queste le sue parole, riportate da ajaxshowtime.com“Era abbastanza evidente che in campo quel giorno fossi sotto pressione. Credo che la mia avventura ad Amsterdam sarebbe proseguita in un altro modo se quella partita fosse andata diversamente. Era una gara cruciale. Ho sentito la tensione perché l’Ajax è un club molto importante. Provenivo dall’Emmen e prima del mio acquisto c’erano stati dei problemi. Questa cosa mi ha causato delle pressioni ulteriori, come se dovessi dimostrare di essere degno dell’Ajax”.

Prosegue Scherpen“Dopo l’impegno con i giallorossi abbiamo affrontato in trasferta l’RKC Waalwijk. Mi passavano ancora per la testa le immagini della brutta prestazione offerta contro la Roma. Dopo quella partita poi non ho più giocato. A volte ripenso ancora a quello che è successo. Non mi fa bene, ma purtroppo è impossibile evitarlo”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui