Zazzaroni a Ottochannel: ”Il ko con il Milan non cambia niente, in Champions era dura anche prima. Sconfitta utile perchè ti riporta nella giusta dimensione. Sulla questione tifo il blocco deve valere per tutti”.

Il direttore del Corriere dello Sport Ivan Zazzaroni, è intervenuto a Ottochannel (canale 16) nel corso della trasmissione “La Domenica Azzurra”, in programma ogni domenica alle 21 (per Pasqua la trasmissione andrà in onda sabato 8 alle 21):

”Il Napoli quasi non ha giocato dopo lo 0-2. Sino a quel momento non mi era neanche dispiaciuto in linea di massima. E’ mancato un po’ tutto, in particolare la difesa, la parte più importante: erano tutti in serata molto negativa. Il ko col Milan ci può stare nell’arco di una stagione, succede una partita sbagliata, non bisogna fare drammi.

Ed anzi può fare anche bene perchè ti riporta nella giusta dimensione, ovvero quella miracolistica, nel senso che sembrava tutto normale e scontato che il Napoli dominasse in questo modo il campionato. E invece non c’è niente di normale in una stagione straordinaria. Questa sconfitta potrebbe anche far godere di più i tifosi quando si vincerà, perchè si ha la giusta percezione dell’impresa compiuta. In chiave Champions non cambia nulla: se qualcuno pensava, anche prima dello 0-4, che il Napoli potesse fare sfracelli contro il Milan era fuori strada. I rossoneri hanno una dimensione europea superiore agli azzurri.

Bisogna avere la testa giusta per affrontare quelle partite, il Milan non è il Liverpool di quest’anno. Questa sconfitta ti fa capire quanto sia stata importante e sorprendente il cammino del Napoli in campionato, dove non cambierà nulla: non muta, infatti, la dimensione del successo ma la percezione della stagione.

L’euforia in città ha distratto i calciatori? Assolutamente no, è giusto che i tifosi siano entusiasti, sarebbe assurdo il contrario. Il clima allo stadio? Non entro nelle dinamiche del tifo perchè non le conosco a fondo e non riesco a interpretare il loro atteggiamento perchè non parlo la loro lingua. Una certezza c’è: se esiste un regolamento per cui non è possibile introdurre tamburi e megafoni allo stadio questo deve valere per tutti e quindi anche per i tifosi ospiti. Dovrebbe esserci blocco totale e non solo parziale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui