A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” è intervenuto Antonio Floro Flores, ex calciatore. Queste le sue parole:

“Segnai il gol vittoria del Sassuolo contro il
Napoli di Sarri. L’intelligenza di quell’allenatore gli fece capire che non
fosse il modulo adatto. -afferma Floro Flores – Vedere giocare il Napoli di oggi è davvero bello. Da
allenatore vorrei emulare di Spalletti tante cose, mi piacerebbe capire come
inculcare quella mentalità ai giocatori. Ha tanta esperienza alle spalle, poi
non si scompone mai. Penso sia un allenatore importante. 

Osimhen? Il Napoli con lui o senza di lui, con
Raspadori o senza Raspadori non ha nessun problema e questa per un allenatore è
una delle cose più importanti. prosegue Floro Flores – Ha mandato via 4/5 giocatori e ad oggi, non
voglio offendere nessuno, ma ne ha presi di più forti. Kvaratskhelia non so
dove lo abbiano preso, ma complimenti a chi lo ha preso. Raspadori negli anni
ha dimostrato di avere grandi margini di crescita. Il segreto è la scoperta di
un collettivo così importante. 

Chi mi ha convinto di più in attacco? Togliendo
Kvaratskhelia, mi ha impressionato Simeone. Non gioca sempre, ma sta lì e
aspetta il suo momento. Kvaratskhelia oggi è da pallone d’oro, è impressionante
per come si esprime. -aggiunge 
Floro Flores – Oggi a tanti ragazzi manca la fame, la voglia, la
dedizione e l’amore, non ne hanno più. Ogni volta che parlo con qualcuno che ha
giocato con me, mi dice che giocatori come me non ne ha visti, significa che la
colpa sia stata mia! Prima non esistevano i social per seguire un esempio come
Ronaldo. La fortuna di oggi è vedere questi giocatori sui social e prendere
esempio. Prima era più difficile seguirli”.

Conclude Floro Flores

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui