A Palazzo Petrucci, si è tenuta la conferenza di
presentazione del ritiro del Napoli a Castel di Sangro dal 23 luglio al 6
agosto.
 

 

Aurelio De
Laurentiis,
presidente del Napoli, ha riasciato le seguenti dichiarazioni:


“E’ il terzo anno che andiamo a Castel
di Sangro, abbiamo un accordo di 12 anni. Mi hanno offerto di fare una tournee
in America, offrendomi 1 milione e 100mila dollari. -afferrma De Laurentiis – Il periodo del ritiro e’
sacro. Ricordiamo anche che dal 6 dicembre al 12 gennaio ci sara’
un’interruzione. Sto cercando di convincere altre squadre di serie A per
confrontarci in territorio straniero. Non so se tutti vorranno venire. 

Dobbiamo rimetterci sui binari dellaregola che ci ha fatto da guida in questi anni. Al di la’ dei due Scudetti
vinti grazie all’unico e irripetibile Maradona, non ricordo grandi
investimenti. Altrimenti dal 1926 in poi non si e’ vinto tanto. De Laurentiis
vuol vincere lo Scudetto, ma ci sono regole che partono da una questione scaramantica.
Se dichiaro che si punta allo Scudetto metto in difficolta’ allenatore e
giocatori.-riferisce De Laurentiis –  Li devo proteggere. Quando abbiamo perso qualche gara che avremmo
potuto vincere non ho fatto dichiarazioni sull’allenatore. Abbiamo bisogno di
23 giocatori, perche’ c’e’ la Champions. Dobbiamo rischiare, altrimenti chi non
risica non rosica.
Di 400 film ne ho sbagliati 3. La cosa piu’ bella della vita
e’ essere liberi di dire quello che uno pensa, senza avere scheletri
nell’armadio.


Dal 23
lugliio al 6 agosto saremo in ritiro e faremo 3-4 amichevoli. Preferiamo pagare
noi gli avversari per farli venire. Tutti dicono che e’ Gravina che mi ha
portato a Castel di Sangro, e non e’ vero. -prosegue De Lurentiis – E’ stato il sindaco di Roccaraso,
dove portavo la Primavera. E fu lui ad indicarmi Castel di Sangro, li’ ho scoperto
una roba incredibile in termini di strutture. Con Marsilio e Caruso ci siamo
messi d’accordo in pochi giorni. 


Molti dicono che ce l’ho con Gravina perche’
mi vuole mortificare con il Bari, non e’ vero. Spesso si vuole comandare
essendo presidente. -aggiunge De Laurentiis – Gravina aveva il Castel di Sangro lì. Abbiamo 83 milioni di
tifosi nel mondo, 15 milioni negli USA. Secondo me l’Abruzzo dovrebbe investire
in ospitalita’ dall’estero puntando sulla forza dei followers del Napoli”.+


Conclude
De Laurentiis

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui