Budel: “Il Napoli deve mantenere l’ossatura della squadra attuale”

L’ex centrocampista Alessandro Budel, voce tecnica di DAZN, ha rilasciato alcune dichiarazioni a TMW a margine del Football Moments Padel Tour al Tennis Club Raffaelli a Forte dei Marmi. Queste le sue parole:

“Al di là del Milan, la sorpresa di questa Serie A è stata la Salernitana. -afferma Budel –  Anche io onestamente la davo già per spacciata, ma mister Nicola ha fatto un grande lavoro con questi ragazzi centrando la salvezza”.

 

 La delusione invece?


“Il Cagliari è un po’ la delusione del campionato. Anche Inter e Juve
avrebbero però potuto fare qualcosa in più viste le rose a disposizione. I bianconeri sono usciti troppo presto dalla corsa Scudetto, mentre i nerazzurri hanno perso una grande occasione perché avevano una squadra più forte rispetto a quella rossonera”.

 

 

Di Maria, Pogba… La Juve è già al lavoro sul mercato per acquistare calciatori di livello e riscattarsi.


“La Juve non può permettersi di sbagliare un altro anno. Deve puntare a
vincere lo Scudetto e arrivare in finale di Champions. Quindi serve aumentare la qualità della rosa. -aggiunge Budel – Pogba può fare ancora bene, è un ottimo acquisto per la
Juve e può essere un valore aggiunto per la causa bianconera”.

 

 

Al Napoli invece cosa manca per l’ultimo step?


“Il Napoli deve innanzitutto mantenere l’ossatura della squadra attuale se
vuole continuare a crescere. -ritiene Budel – Fino ad ora è mancato poi un salto di qualità a livello mentale, come si è visto anche con la corsa Scudetto interrotta improvvisamente quest’anno”.

 

 

Come le è sembrata la Fiorentina?


“Anche la Fiorentina, così come il Napoli, deve mantenere questa rosa e
aggiungere altri giocatori di qualità. La scorsa estate ha preso Nico Gonzalez che ha grande talento. Ora va sostituito bene Vlahovic, perché per ora i viola non ci sono riusciti. Un cannoniere alzerebbe l’asticella in casa Fiorentina, Belotti potrebbe essere una soluzione in questo senso”.

 

 

E il Genoa?


“Il Genoa deve cercare di tornare al più presto in Serie A, glielo auguro
perché questa gente e questo club meritano di stare nella massima categoria. -continua Budel – L’anno prossimo la B sarà però molto dura”.

 

 

In cadetteria il Genoa affronterà il Brescia, che quest’anno non è riuscito a tornare su.


“Sono stati cambiati tanti allenatori e probabilmente non c’era neanche la
necessità di farlo. Il Brescia aveva una rosa importante e poteva senza dubbio fare meglio, è chiaro. Per i mezzi che ha e le spese che fa sul mercato, deve tornare in Serie A”.

 

 

Chiosa sull’Atalanta, grande esclusa dalle coppe europee. Come se lo spiega?


“Ho visto un po’ di stanchezza nei giocatori e nello stesso Gasperini. In
questo caso penso sia necessario rinnovare: o cambi allenatore o porti nuovi giocatori alla corte di Gasperini”.

 

Conclude Budel

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui