Carlo Nesti, giornalista, scrive sul
Nesti Channel: 

“E’ un Napoli “mille colori”, come cantava Pino
Daniele, e il ruolo di “carta sporca”, stavolta, tocca agli
avversari, annientati. -afferma Nesti – La squadra di Spaletti è “stra”: straordinaria,
straripante, strafottente. -afferma Nesti – La Juve viene mortificata, senza neppure il tempo di
chiedersi come abbia potuto incassare nessun gol, nelle 8 precedenti vittorie,
e 5 in un colpo solo. -prosegue Nesti – Il Napoli del Maradona entusiasma quanto Maradona, con
Osimhen (12 gol) e Kvara (7 gol e 7 assist) fragorosi come petardi, e luminosi
come fuochi. -prosegue Nesti – Il “corto muso” di Allegri diventa “muso
lungo”, a furia di ceffoni, resistendo nel primo tempo, e crollando nel
secondo. Bremer è schiavo di Osimhen, e Danilo vittima di Kvara, in una squadra
che ha anche il torto di uscire dal campo dopo l’1-3: troppo presto. Quel
Chiesa, costretto a raddoppiare per quasi un tempo su Kvara, mette in dubbio
l’Allegri stratega: scelta disastrosa”.

Conclude Nesti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui