A Radio
Crc, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è
intervenuto Emanuele Belardi, doppio ex di Napoli e Juventus. Quste le sue parole: 



“Anche
quando non si andava così bene, ho sempre sottolineato la capacità della
società Napoli che ha sempre operato in modo lungimirante e oggi raccoglie i
risultati. Ogni anno fa un buon mercato, partecipa alla Champions da anni e i
fatti parlano in maniera chiara. -afferma Belardi – Il Napoli non sa attendere e ripartire, ha un
sistema di gioco ben definito, un attacco formidabile e tutti i giocatori che
si alternano stanno facendo bene. La Juve di Allegri è sempre stata attendista
e forte nelle ripartenze e nella fisicità e oggi ha trovato un pò la quadra.
Poi, in partite del genere può accadere di tutto perchè gare del genere
sfuggono ad ogni pronostico. -prosegue Belardi – La rapidità offensiva del Napoli un pò tutte le
squadre la soffrono, soprattutto una difesa un pò macchinosa come quella della
Juve per cui può essere un’arma in più per un Napoli che se gioca come ha fatto
finora (tranne a Milano con l’Inter), sarà dura per la Juve e per ogni
avversario.



Allegri
sa bene che la Juve deve sempre e comunque vincere per cui quella di stasera è
una gara importante per il Napoli, ma lo è anche e soprattutto per la Juventus,
al di là di ciò che si dice il tecnico bianconero in conferenza stampa. -continua Belardi –  Nel
passato il Napoli giocava per il singolo, come accadeva per esempio con Cavani,
ma oggi il Napoli gioca diversamente. Fa un gioco corale, nonostante abbia in
rosa uno degli attaccanti più forti in circolazione, quale è Osimhen.

 

Meret è
una certezza perchè quando un portiere porta punti diventa un punto di
riferimento. -aggiunge Belardi – Facendo gli scongiuri poi, non si è neanche infortunato come
accadeva in passato. Szczesny invece ha un’esperienza diversa, ma i due
portieri sono due certezze per Napoli e Juve”.

Conclude Belardi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui