Corvino: “Al Lecce abbiamo fatto molte considerazioni, sapendo che quando arrivi dalla Serie B devi fare un grande sforzo per avvicinarti al livello della Serie A”

A Radio CRC, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è
intervenuto Pantaleo Corvino, dirigente sportivo e responsabile dell’area
tecnica del Lecce. Queste le sue parole:

“Al Lecce
abbiamo fatto molte considerazioni, sapendo che quando arrivi dalla Serie B
devi fare un grande sforzo per avvicinarti al livello della Serie A. 

Lo sforzo è
stato basato sulle idee per alzare il livello qualitativo, visto che il nostro
portafoglio ci dava dei limiti.

Hjulmand è
un ragazzo giovane, ben strutturato, sa stare bene dietro la linea della palla,
sa impostare e far ripartire l’azione. -afferma Corvino – È un ragazzo importante sia in campo che
fuori. Per Strettezza abbiamo fatto un grande sforzo, viste le tante offerte
arrivate.

Abbiamo una
difesa che ha subito solo due gol su azione. Baschirotto ha fatto tutta la
gavetta, siamo riusciti a prenderlo andando a pensare che le sue potenzialità
potessero essere importanti. -prosegue Corvino – Oggi, dopo 3 anni, si ritrova ad essere
protagonista in Serie A.

Bisogna fare
delle distinzioni, come quando si va in una strada piena di negozi: c’è quello
dove puoi andare con il portafoglio, per chi ha la disponibilità, poi ci sono
quei negozi dove puoi prendere anche attraverso le idee. -aggiunge Corvino – Il mercato delle idee
lo devi fare o per esigenza o per metterle in risalto. I club come Milan e
Napoli hanno pensato che, dopo il portafoglio, andare nelle idee può dare
soddisfazioni. Il Napoli è passato da un monte ingaggi di 110 milioni a 73 e
sta ottenendo risultati, soprattutto in questo campionato dove chi ha usato il
portafoglio non ha svolto alcun percorso.

Il Napoli,
in questo campionato così strano dove Juve e Inter stanno venendo meno, ha la
possibilità di essere protagonista. Insieme agli azzurri metto la Roma. -ritiene Corvino – Il
Napoli è forte perché ha un collettivo, la Roma ha fatto un grande lavoro ma
ancora non ha un collettivo.

Quando devi
fare delle valutazioni devi guardare al futuro e al presente, gli spunti che
sta dando il presente è che squadre come Napoli; Roma; Lazio e Atalanta possono
provarci. 

Tenendo
conto degli assist societari, che sono arrivati nel nostro campionato alle
squadre che lottano per non retrocedere (come Monza e Cremonese), si fa fatica. – prosegue Corvino – Quello che abbiamo fatto noi in queste sette partite ci fa capire che abbiamo
intrapreso la strada giusta, però ci sono previsioni che ti fanno capire che
arriverà la pioggia. Dobbiamo prepararci tutti perché sarà una stagione davvero
difficile”.

Conclude Corvino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui