Roberto Mancini, ct dell’Italia, dalla sala stampa del Molineux di Wolverhampton ed in conferenza stampa, commenta il match contro l‘Inghilterra, disputato questa sera e terminato con un pareggio per 0-0. Queste le sue parole:

Quanto sei soddisfatto di questa partita?
“Non pensavamo di fare abbastanza bene come abbiamo fatto, questa gara non
era semplice. -afferrma Mancini come riportato da TuttoMercatoWeb-  Alcuni ragazzi hanno debuttato, altri venivano da un paio di
partita ma sono stati bravi”.

La squadra ha giocato bene ma non si può chiudere senza segnare
“Dobbiamo lavorare per far gol, è chiaro che se segna Frattesi dopo cinque
minuti la storia cambia. La prossima volta lo farà…”

Ti aspettavi in questi 10 giorni di avere una squadra così? Rimangono tutti?
“Va a casa Florenzi (oltre Tonali squalificato, ndr). – prosegue Mancini – Non mi aspettavo,
pensavo andasse peggio ma dobbiamo lavorare ancora su tante cose perché la
strada è ancora lunga e piena di insidie”.

Cosa pensa di Gatti, rivede in lui Chiellini?

“La squadra deve avere un buon bilanciamento. Nonostante il problema del
gol negli ultimi sei mesi, nelle gare della nostra gestione abbiamo fatto più
di 100 gol ma è vero che ultimamente abbiamo rallentato. -aggiunge Mancini – Su Gatti, se l’ho
fatto giocare è perché penso che possa diventare un bravissimo difensore per il
futuro”.

Cosa può dirci di Tonali?
“E’ ancora giovane, ha 22 anni, ma è uno dei migliori centrocampisti in Italia e per lui vale lo stesso discorso fatto per Gatti.

Cosa pensa dell’Inghilterra?
“E’ un grande team con giocatori veramente bravi. -ritiene Mancini –  E’ una delle favorite per la vittoria in Qatar”.

Come giudica la prestazione di Locatelli? Lei non sempre lo ha visto bene nel ruolo di play
“Non è che non lo vedo, è che credo lui abbia anche il gol giocando da mezzala e può fare ancora meglio. -spiega Mancini – Però oggi ha fatto molto bene in mezzo al campo, l’ho cambiato solo perché era ammonito e lui può senza dubbio ricoprire anche quel ruolo”.

Stai cambiando tanto eppure il filo conduttore sembra sempre lo stesso, te lo aspettavi?
“Non mi aspettavo facessero così bene in questi 20 giorni, l’importante per noi è non cambiare il modo di giocare anche se possiamo migliorare. -asserisce Mancini –  Poi è chiaro che giocando ogni tre giorni dobbiamo cambiare”.

Forse questa squadra ha trovato il 10…
“Pellegrini ha un suo stile di gioco, non è né Giannini né Totti. Per me può diventare molto più bravo perché fa tutte e due le fasi e fa gol. A volte perde palle che non dovrebbe perdere, ma se migliora quello e un altro paio di cose può diventare un calciatore strepitoso”

Conclude Mancini

Inghilterra – Italia 0-0: il tabellino

Inghilterra (4-2-3-1): Ramsdale; James, Maguire, Tomori (43′ st Guehi), Trippier; Rice (20′ st Phillips), Ward-Prowse; Sterling (34′ st Saka), Mount (20′ st Bowen), Grealish; Abraham (20′ st Kane). A disp.: Pope, Pickford, Stones, Walker, Coady, Bellingham, Gallagher. All.: Southgate

Italia (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Gatti, Acerbi, Dimarco (42′ st Florenzi); Frattesi, Locatelli (19′ st Gnonto), Tonali; Pessina (43′ st Cristante), Scamacca (32′ st Raspadori), Pellegrini (19′ st Esposito). A disp.: Gollini, Meret, Luiz Felipe, Calabria, Politano, Barella, Scalvini. All.: Mancini

Arbitro: Marciniak (Polonia)

Ammoniti: Locatelli (I), Grealish (IN), Gatti (I), Ward-Prowse (IN), Tonali (I)

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui