Fonte foto: www.terzotemponapoli.com

L’Italia perde 1-0 contro la Spagna. Nonostante la sconfitta di misura e su uno sfortunato autogol di Calafiori, la Spagna ha dimostrato una superiorità tecnica e tattica schiacciante. Di seguito le parole di Spalletti, Donnarumma, Cambiaso e Morata.

Italia-Spagna, le parole di Spalletti

Così il ct Spalletti ai microfoni Rai: “La Spagna aveva più freschezza, noi abbiamo attuato molte letture ritardate. La chiave è sempre la stessa, eravamo sotto livello per reazione, per accompagnare e non si riuscivano a riguadagnare le posizioni. I baschi sono stati più veloci, più lucidi e si è visto. Con Retegui e qualche calciatore più fresco siamo riusciti a stare più alti e potevamo addirittura pareggiarla, ma la realtà è che sono stati troppo più forti di noi e hanno vinto meritatamente. La Croazia? Dipende come ci arriviamo noi, la differenza la facciamo noi e come giochiamo il pallone”.

Italia-Spagna, le parole di Donnarumma

Donnarumma, di gran lunga il migliore in campo, ha dichiarato ai microfoni di Rai Sport: “Abbiamo sbagliato troppi passaggi facili e messo poca qualità nel nostro gioco. La Spagna, invece, ha mostrato grande qualità. Teniamoci questa cattiveria e questa rabbia per l’ultima partita, non fasciamoci la testa, abbiamo la sfida contro la Croazia da giocare. Salvo l’atteggiamento della squadra, abbiamo corso tanto, a volte male, ma lo abbiamo fatto. La verità è che bisognava fare molto meglio”.

Cambiaso sul match

Cambiaso, centrocampista della Juventus, ai microfoni Rai: “La Spagna si è dimostrata più forte di noi. Spalletti mi ha chiesto di aiutare la squadra in zona larga del campo, forse non l’ho fatto nella maniera giusta, ma adesso bisogna recuperare le energie e provare a battere la Croazia. Loro sono stati più veloci e svegli di noi e hanno meritato di vincere”.

Le parole di Morata

Così lo spagnolo Morata ai microfoni Rai: “Abbiamo fatto una grande partita, potevamo fare più gol ma Donnarumma è uno dei più forti portieri d’Europa. L’Italia? E’ sempre l’Italia, non posso dire nulla perché magari ci incontreremo più avanti e non è mai facile giocare contro di loro. Gli azzurri hanno grandissimi giocatori di livello mondiali. Se tornerò in Italia? In vacanza di sicuro, è la mia seconda casa, per il resto non lo so”

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui