Austria-Francia è la partita del girone D che si è giocata a Dusseldorf. Mbappé al 38′ decide il secondo match del suo girone. Una Francia che sicuramente ha giocato meglio, grazie alla velocità ed alla fisicità di molti suoi calciatori, ma è stata aiutata anche dalla fortuna. E’ quella che assiste, di fatti, proprio lo stesso Mbappé: sul suo tiro è Wober a deviarla sfortunatamente di testa ed a decretare la sconfitta per gli austriaci.

Austria – Francia, Mbappé segna, ma il primo tempo è equilibrato

Senza Arnautovic dal 1′, Rangnick sceglie Gregoritsch dall’inizio col trio di trequartisti formato da Laimer, Baumgartner e Grillitsch. La Francia, con un 4-2-1-3, si affida a Rabiot con Kanté a centrocampo e Griezmann libero di spaziare, mentre davanti è Mbappé a prendersi il ruolo da punta con Dembélé e l’interista Thuram larghi. Gli uomini di Deschamps partono forte, ma la loro è una fiammata che dura un quarto d’ora. Poi regna l’equilibrio. L’Austria è attenta in fase difensiva e talvolta cerca di colpire in contropiede. La Francia ha una buona occasione con Mbappè, ma la miglior opportunità capita al 36′ sul destro di Baumgartner, che non riesce a scavalcare Maignan che devia a un soffio dall’incrocio dei pali. Al 38’ Austria beffata dallo sfortunato autogol di Wöber su cross innocuo di Mbappè.

Austria più aggressiva nella ripresa

E’ l’Austria a tornare dagli spogliatoi con un po’ più di aggressività, alla ricerca di ritmo e spazi per trovare il buco per far male agli uomini di Deschamps. Ma i Bleus non hanno cali di concentrazione e da campioni veri controllano a distanza, consapevoli di poter trovare la fiammata giusta in qualsiasi momento. In effetti la formazione transalpina costruisce almeno tre occasioni da gol che non finalizza. La più clamorosa è l’occasione sprecata al 55’ da Mbappè che, tutto solo davanti a Pentz, calcia a lato.

Rangnick decide quindi di mettere mano alla formazione già dal quarto d’ora della ripresa, mandando in campo Trauner, Arnautovic e Wimmer al posto del difensore, Gregoritsch e Grillitsch. E proprio dai piedi dell’attaccante dell’Inter passano numerosi palloni per presentarsi pericoloso nelle zone di Maignan, col portiere che però vive pochi brividi. Al 79′ è però chiamato a immolarsi su Baumgartner dopo l’errore del compagno Theo Hernandez, con l’esterno rossonero disattento nella giocata che mette l’austriaco in volata verso la porta chiusa dal numero 16. Nel finale privo di gioco e con pochissime emozioni, con la Francia che addormenta il gioco per cercare di tenere lontano ogni pericolo e sprecona con Giroud a tu per tu con Pentz, si registra la sostituzione per infortunio di Mbappé, col capitano francese uscito dopo aver subito un colpo violento al naso su duello aereo con Danso.

Tabellino

AUSTRIA-FRANCIA 0-1
Austria (4-2-3-1): Pentz 5,5; Posch 5,5, Danso 5, Wober 4,5 (14′ st Trauner 5,5), Mwene 5,5 (43′ st Prass sv); Sabitzer 5,5, Seiwald 5,5; Laimer 5,5 (45’+2′ st Schmid sv), Baumgartner 5,5, Grillitsch 5,5 (15′ st Wimmer 5,5); Gregoritsch 5,5 (14′ st Arnautovic 6).
A disposizione: Lindner, Hedl, Querfeld, Lienhart, Kainz, Daniliuc, Seidl, Weimann, Entrup, Grull.
Allenatore: Rangnick 5,5
Francia (4-2-3-1): Maignan 6; Koundé 6,5, Upamecano 6,5, Saliba 6, Hernandez T. 6,5; Kanté 6,5, Rabiot 6,5 (26′ st Camavinga 6); Dembélé 6,5 (26′ st Kolo Muani 6), Griezmann 6,5 (45’+1′ st Giroud sv), Mbappé 7 (45’+1′ st Fofana sv); Thuram 6,5.
A disposizione: Samba, Areola, Pavard, Mendy, Tchouameni, Zaire Emery, Coman, Clauss, Konate, Barcola.
Allenatore: Deschamps 6,5
Arbitro: Manzano (Spagna)
Marcatori: 38′ aut. Wober (A)
Ammoniti: Wober (A), Mwene (A), Dembélé (F), Baumgartner (A), Laimer (A), Mbappé (F), Danso (A)

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui