Albania-Italia sarà tra qualche ora la partita d’esordio degli uomini di Spalletti ad Euro 2024. A Dortmund, secondo Igli Tare, sarà un derby. L’ex attaccante di Brescia, Bologna e Lazio, squadra per la quale è stato anche dirigente, ha rilasciato un’intervista a Sportweek nella quale ha parlato del match e delle aspettative della Nazionale del proprio Paese. Di seguito le parole dell’ex calciatore.

Albania-Italia un derby

Così Tare: “Più che una partita, per noi: è un derby. Ci sentiamo una regione aggiuntiva dell’Italia e i nostri ragazzi ancora oggi sognano la Serie A, non la Premier League. Sono albanese al 100%, però l’Italia è la mia seconda casa. Speriamo di vincere, ovviamente, ma se c’è una squadra con cui mi dispiacerebbe meno perdere, beh, quella è la Nazionale italiana. Abbiamo il girone più duro. L’Italia è campione incarica, la Spagna è una delle favorite per vincere l’Europeo e la Croazia è tra le più forti.”

Il pericolo numero uno è Broja

L’ex attaccante della Lazio continua: “Però occhio a sottovalutare l’Albania. È un mix di giovani talentuosi e giocatori esperti. Serve un miracolo per superare la prima fase, ma possiamo diventare una delle sorprese dell’Europeo. Non abbiamo nulla da perdere. Il pericolo numero uno è Broja, l’attaccante del Chelsea che ha finito la stagione in prestito al Fulham. Non è ancora al top dopo i problemi al ginocchio, ma è completo, moderno ed esplosivo”

Così conclude Igli Tare

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui