Fonte foto: www.mondonazionale.it

NM LIVE – Luca Altomare, Salvatore Esposito, Nando De Napoli, Carmine Esposito e Vittorio Tosto hanno partecipato a a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14:00 alle 15:00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Questi i loro interventi riportati da TerzoTempoNapoli:

NM LIVE – Altomare: “Conte è la scelta migliore per il Napoli, sorpreso da Di Lorenzo, ripartirei da Lobotka”

NAPOLI – LUCA ALTOMARE, ex centrocampista del Napoli: “Conte? E’ la scelta migliore, lo dice la sua carriera e il suo carisma. E’ un profilo adatto per riaccendere il fuoco che si è affievolito nell’ambiente e per far tornare protagonista il Napoli. Difficilmente si riesce a dare una spiegazione per quello che è successo la scorsa stagione. Venivamo da una stagione dove è filato tutto liscio, quindi siamo rimasti tutti sorpresi. Ci sono tanti ingredienti che hanno portato a una stagione negativa, anche i cambi allenatore hanno portato idee diverse. A me è successo a Napoli nella stagione dove siamo arrivati alla retrocessione.

Su Di Lorenzo

Di Lorenzo? Mi ha un po’ sorpreso, credo ancora ai matrimoni in eterno. Speravo rimanesse a Napoli per vincere qualcosa. La vita va avanti e l’arrivo di Conte non è bastato per fargli cambiare idea. Spero ancora che rimanga. Poi c’è il vincolo di un contratto, però non deve essere trattenuto per forza. Sono professionisti e i contratti vanno rispettati, poi magari ci sono dei meccanismi che non conosciamo. Credo, però, che sia un tassello importante per la ricostruzione della squadra. Io ripartirei da Lobotka, è quel calciatore che può ispirare anche gli altri. Anguissa è un calciatore fisico, potrebbe ancora dare tanto al Napoli ed essere motivato da uno come Conte”.

NM LIVE – Salvatore Esposito: “Conte sarà il leader tecnico, il tandem Hermoso-Buongiorno sarebbe un upgrade per la difesa”

SALVATORE ESPOSITO, attore, intervistato dal cugino SIMONE DAVINO: “Chi può prendere il posto di Di Lorenzo? Spero prima che possa appianarsi la situazione, merita di restare ancora a lungo. Credo che il leader carismatico sarà Conte, riuscirà ad entrare nella testa dei calciatori. Speravo nel suo arrivo per risvegliare il Napoli. Io credo che i mali del Napoli siano nati da tante dinamiche anche extra campo, che poi si sono viste in campo. Contento delle prime mosse di Oriali, Conte e Manna, cioè parlare con i calciatori e capire chi sono quelli scontenti. Solo con una squadra compatta si possono avere risultati.

Il primo acquisto?

Primo acquisto? Il tandem Hermoso-Buongiorno sarebbe un upgrade per la difesa del Napoli. Molto dipende dalle partenze, Osimhen è l’ago della bilancia del Napoli. Anche le questioni legate a Lindstrom, Kvaratskhelia e altri, ma il nodo principale è la difesa. Zielinski? E’ stato un calciatore fondamentale anche per lo Scudetto. Avrebbe fatto un po’ di fatica con Conte, il Napoli ha bisogno di un calciatore muscolare da affiancare a Lobotka, bisogna vedere quanta voglia avrà Anguissa di sottostare agli allenamenti di Conte”.

NM LIVE – De Napoli: “Oriali giusto per il Napoli, Conte ha voglia di spaccare il mondo e sa gestire i calciatori, mi piace Anguissa”

NANDO DE NAPOLI, ex centrocampista del Napoli: “Lele Oriali? Ha fatto sempre bene, ha sicuramente delle qualità. E’ una persona giusta per il Napoli. Conte è la scelta migliore per il Napoli, è stato un anno fermo e ha voglia di spaccare il mondo. Sa gestire i calciatori. Io ho avuto anche Ancelotti, che magari è più pacato, ma Conte ci sta bene nell’ambiente Napoli. Tutti erano dispiaciuti di vedere un Napoli diverso da quello dello scudetto. E’ stata un’annata difficile. Noi abbiamo fatto sei anni di alto livello, dopo lo scudetto siamo arrivati secondi. Cajuste o Anguissa? A me piace Anguissa, spero resti per far vedere quelle che sono le sue qualità, dopo una stagione negativa”.

NM LIVE – Carmine Esposito: “Curioso di vedere l’era Conte, l’addio di Spalletti un problema, Lukaku può fare la differenza a Napoli”

NAPOLI – CARMINE ESPOSITO, ex attaccante dell’Empoli: “Conte doveva venire già dopo Spalletti. Speriamo che finisca presto tutto e inizi l’era Conte che sono molto curioso. Finalmente è finita questa agonia, nessuno si aspettava una situazione così, dopo lo scudetto. Secondo me il problema è stato alla base, l’addio di Spalletti è stato un grosso problema. E’ mancato proprio il gruppo e l’affiatamento creato con Spalletti. L’Europeo? Quello che ha fatto a Napoli è stato unico e il rammarico è che sia finito. La Nazionale è più problematica, ma sono sicuro che con il tempo può fare qualcosa di importante Spalletti. Al centro dell’attacco al posto di Osimhen? Stimo Simeone, è il giusto sostituto di Osimhen. Kvara può andare in difficoltà da centrale, l’unico che può fare quel ruolo è Raspadori. Mi piace Lukaku, può fare la differenza a Napoli. Se viene stimolato, può fare reparto da solo”.

NM LIVE – Tosto: “Conte è il massimo per il Napoli per due motivi, deve puntare su chi vuole restare”

VITTORIO TOSTO, ex difensore del Napoli,“Conte è il massimo per il Napoli per due motivi: è garanzia di lavoro, oggi è l’unico allenatore che sta lavorando e questo fa capire che personaggio è. La credibilità la ottiene quando in poco tempo costruisce una squadra. Non è solo bravo, è l’allenatore giusto perché sa già dove mettere le mani. Ha le idee chiare, sa come riportare il Napoli dove merita di stare. Il punto forte di Conte è quello di saper scegliere, con il suo staff, i suoi calciatori. Calciatori idonei al suo lavoro e alla sua mentalità. Il mercato non è di primissima fascia, lui sopperisce con il lavoro e facendo crescere il materiale a disposizione. Lui ha carta bianca sul mercato, ma non fa spendere tanto. Poi va attuare il sistema di gioco, in base al mercato che viene fatto. Conte è l’allenatore ideale per il Napoli. La valutazione degli azzurri è difficile da fare: in 24 mesi abbiamo visto tutto e il contrario di tutti. Da Spalletti, dove hanno ottenuto il massimo, poi 12 mesi dopo abbiamo visto una fotocopia sbiadita dei calciatori. Conte deve capire chi vuole indossare la maglia del Napoli, perché deve essere rionorata, Conte deve essere bravo a dare una buona sterzata e puntare su chi vuole restare. In primo luogo contano le motivazioni. Prima di attuare il sistema di gioco, vanno confermati i calciatori che vogliono restare, poi gli acquisti che devono sapere che il Napoli deve tornare in alto. Difesa a quattro? Non mi sbilancio su quello che sarà il suo lavoro, li ho visti tante volte lui e il suo staff. Lui prima farà mercato, poi lavorerà duramente arrivando a una settimana prima delle gare ufficiali dove deciderà il sistema di gioco”.

Conte ha le idee chiare, sa come riportare la squadra azzurra dove merita di stare

Ha le idee chiare, sa come riportare il Napoli dove merita di stare. Il punto forte di Conte è quello di saper scegliere, con il suo staff, i suoi calciatori. Calciatori idonei al suo lavoro e alla sua mentalità. Il mercato non è di primissima fascia, lui sopperisce con il lavoro e facendo crescere il materiale a disposizione. Lui ha carta bianca sul mercato, ma non fa spendere tanto. Poi va attuare il sistema di gioco, in base al mercato che viene fatto. Conte è l’allenatore ideale per il Napoli. La valutazione degli azzurri è difficile da fare: in 24 mesi abbiamo visto tutto e il contrario di tutti. Da Spalletti, dove hanno ottenuto il massimo, poi 12 mesi dopo abbiamo visto una fotocopia sbiadita dei calciatori.

Conte deve capire chi vuole indossare la maglia azzurra, perché deve essere rionorata

Conte deve capire chi vuole indossare la maglia del Napoli, perché deve essere rionorata, Conte deve essere bravo a dare una buona sterzata e puntare su chi vuole restare. In primo luogo contano le motivazioni. Prima di attuare il sistema di gioco, vanno confermati i calciatori che vogliono restare, poi gli acquisti che devono sapere che il Napoli deve tornare in alto. Difesa a quattro? Non mi sbilancio su quello che sarà il suo lavoro, li ho visti tante volte lui e il suo staff. Lui prima farà mercato, poi lavorerà duramente arrivando a una settimana prima delle gare ufficiali dove deciderà il sistema di gioco”.

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui