Fonte foto: www.2anews.it

Il Napoli e Conte: di seguito l’articolo di Salvatore Caiazza tratto dall’edizione odierna de Il Roma. Ormai ci siamo. È questione di pochi giorni. Anzi, di ore. È questa che inizia la settimana di Antonio Conte. Aurelio De Laurentiis è pronto ad ufficializzare urbi et orbi il nuovo allenatore del Napoli. I contratti sono a posto. Sono stati letti e riletti. E anche firmati. Sarà solo una questione legale mettere tutto nero su bianco. Non ci sono più dubbi. O cambi dell’ultima ora. Sarà il tecnico leccese a guidare gli azzurri per i prossimi tre anni”.

Il contratto tra il Napoli e Antonio Conte

Stavolta il contratto è lungo e non ci sono clausole di uscita. È stato fatto tutto per il bene di unclub che deve rinascere. Ognuno si è fidato dell’altro. Come è giusto che sia. Non ci possono essere postille che tengano quando si deve ricostruire. Certo, allenatore e presidente hanno due caratteri forti. Ma non devono essere deleteri. Anzi, devono essere usati per poter far tornare la squadra partenopea da subito nelle zone alte della classifica. Basterà anche il quarto posto ma si sa che con Antonio Conte non ci sono barriere o limiti. Se parte lo fa per arrivare prima degli altri”.

Conte-Napoli, la piazza partenopea aspetta

La vittoria fa parte del suo Dna. La piazza è molto più tranquilla da quando ha saputo che la loro squadra del cuore sarà guidata dall’ex Inter. Non importa il suo passato. Conta il presente. Lo volevano tutti don Antonio ma nessuno se lo poteva permettere. I tifosi di Milan e Juventus speravano di poterlo vedere dalla propria parte. Ma stavolta De Laurentiis ha messo sul piatto i soldi che servivano per accontentarlo e per stimolarlo a fare bene. Da oggi ogni giorno è buono per la fumata bianca. Il popolo partenopeo aspetta solo il tweet del presidente con tanto di foto al fianco di Conte. In questo modo il patron sarà di nuovo apprezzato dopo il fallimento dello scorso anno”.

Conte il (ri)costruttore?…

Nelle ultime gare le Curve hanno cominciato a contestarlo ma dopo questa scelta si potrà sotterrare di nuovo l’ascia di guerra. Tutti dovranno fumare il calumet della pace. Conviene stare uniti. Per il proprio bene e di quello del Napoli. Conte dovrà trovare la serenità giusta per poter ricostruire dalla macerie del disastroso anno calcistico finito solo una settimana fa. La certezza è che ancora prima di cominciare a lavorare già ha ottenuto il placet della piazza”.

A ‘Città nuova’…

Nonostante abbia vestito la maglia della Juventus e abbia vinto con quei colori da allenatore, è il benvenuto in riva al Golfo. Il passato non conta, conta solo il presente. Conte diventerà subito parte integrante di un tessuto partenopeo. È un uomo del Sud, un uomo di mare che si farà amare ed amerà. Ma soprattutto cercherà di vincere. Che poi alla fine è quello che conta.

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui