Gasperini
Foto: CalcioMercato.com

Ciro Venerato, giornalista ed esperto di mercato, fornisce alcune novità sul Napoli sul sito del TGR Rai. Queste le sue dichiarazioni:

Venerato: De Laurentiis ha promesso un pronto riscatto dopo la fallimentare stagione

“Castel di Sangro attende novità dal vulcanico Aurelio De Laurentiis: nella pomposa conferenza stampa della scorsa settimana (presenti il sindaco Caruso e il governatore Marsilio) ha promesso un pronto riscatto dopo la fallimentare stagione. E in Abruzzo potrebbe palesarsi un allenatore legatissimo al territorio: Gian Piero Gasperini, leader del Pescara griffato Galeone.

Gasperini resta la prima scelta

Resta lui la prima scelta del club dopo i problemi emersi con Antonio Conte. La dirigenza campana non intende sbilanciarsi, ma nelle segrete stanze circola un discreto ottimismo sulla scelta del top coach orobico che dopo la finale di Europa League avrà un vertice con la famiglia Percassi. Due indizi (che non fanno ancora una prova) segnalano Gian Piero verso Napoli.

Venerato elenca i motivi per il quali Gasperini resta la prima scelta del Napoli

A) L’Atalanta e il ds pescarese D’Amico stanno contattando diversi allenatori (si fanno vari nomi tra questi anche Palladino ma non solo): evidentemente non sono sono certi della permanenza di Gasperini, alimentata da dichiarazioni che danno la stura a più di un sospetto. B) Il feeling datato con il nuovo Ds partenopeo Giovanni Manna, suo primo sponsor in casa Napoli. In un ambiente vulcanico come quello partenopeo, senza contare De Laurentiis, avere una comune visione con il primo dirigente dell’area tecnica può spingerlo al clamoroso divorzio con la Dea.

Già la scorsa estate (e la Rai lo riferì) il Napoli pensò a Gasperini

Nota a margine: già la scorsa estate (e la Rai lo riferì) il Napoli pensò a Gasperini. Il tecnico non fu contattato stavolta da Aurelio De Laurentiis ma da persone vicine al club neo campione d’Italia. Anche in quel caso Gasperini mostrò interesse (possiamo serenamente certificarlo) non temendo la famosa asticella (fare meglio di Spalletti faceva paura a tutti). Fu il Napoli a chiamarsi fuori dopo aver letto le irate reazione popolari. Anche qualche senatore fece notare che cambiare modulo era un rischio. Ad un anno di distanza ora è il Napoli che aspetta Gasperini e non viceversa. Stavolta sarà lui a dettare i tempi: dopo Dublino sarà tutto più chiaro. Corsi e ricorsi: piacerebbero al Vico”.

Conclude Venerato

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui