Nino Simeone

Aurelio De Laurentiis nella conferenza stampa fiume di oggi avrebbe anche lanciato una sorta di ultimatum al Comune di Napoli in merito allo stadio. Non si è fatta attendere la risposta di Nino Simeone, Presidente della Commissione Infrastrutture, Mobilità e Protezione Civile del Consiglio comunale di Napoli, in una nota stampa. Di seguito le parole con le quali Simeone ha risposto al presidente della società azzurra.

De Laurentiis vuole dettare anche i tempi

Nino Simeone esordisce così: “Ancora una volta resto basito per le parole espresse dal Presidente della SSC Napoli che ha lanciato l’ennesimo “ultimatum” al Sindaco di Napoli per ottenere la gestione dello Stadio Maradona. Questa volta pretenderebbe, addirittura, di dettare i tempi e le condizioni per la cessione dell’impianto sportivo comunale, in spregio ad ogni norma in materia di gestione patrimoniale pubblica. Qualcuno dovrebbe spiegare a De Laurentiis che i suoi toni sono del tutto inappropriati e potrebbero anche essere fraintesi. Ma soprattutto, il Presidente dovrebbe ricordare che lo Stadio è un bene pubblico che appartiene al Comune di Napoli ed ai cittadini napoletani e non può essere ceduto o “regalato” per simpatia o per ragioni sentimentali, legate magari a fede calcistica o sportiva. Torno a ribadirlo: una scelta del genere, fatta da qualsiasi Amministratore pubblico, sarebbe reato!”

De Laurentiis abbia un atteggiamento più prudente

La nota continua: “Pertanto, inviterei il Sig. De Laurentiis ad avere un atteggiamento più prudente, soprattutto quando si rivolge ad un Amministratore pubblico. Piuttosto, adesso trovasse le parole giuste per spiegare a quelli di Pompei, Melito, Giugliano, Marano, Mugnano, Castellammare, Castel Volturno, Caserta e non ricordo quanti altri, che si aspettavano la costruzione di uno stadio sul proprio territorio, che purtroppo resteranno delusi. Per la cronaca: Il Consiglio e la Commissione Infrastrutture del Consiglio comunale di Napoli è ancora in attesa di ricevere questo stupefacente project financing da parte della SSC Napoli per lo stadio Maradona, dopodichè prometto solennemente di lavorare notte e giorno, per dare un parere al Sindaco entro i prossimi 120 giorni, come da ultimatum”

Così termina la nota stampa

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui