Ha parlato anche del Napoli Andrea Stramaccioni, allenatore e opinionista, a Radio Marte nel corso della trasmissione ‘Marte Sport Live’. Di seguito le sue dichiarazioni: “Mettendomi nelle condizioni di Mazzarri al momento va bene così a patto che sia la prima pietra per ricostruire un grande Napoli. Il mister ha trovato una siotuazione difficilissima con un Napoli malato e in crisi, trovando subito un trittico di partite difficile. A cavallo della Supercoppa ha deciso di voltare pagina, provando a controllare meglio le gare. E’ chiaro che quando Mazzarri avrà a disposizione tutti i giocatori mi aspetto che passi anche alla pagina offensiva, avendo anche in rosa diversi calciatori offensivi da far convivere”.

Napoli, aspettando gli altri…

Capisco Mazzarri, vista la situazione ha comunque imbrigliato a Roma la Lazio di Sarri, ha battuto la Fiorentina e in dieci è arrivata a 2’ dai rigori contro l’Inter attuale. Il passo in avanti del Napoli dovrà avvenire con il rientro dei più forti, evidentemente. Dialogando ieri con Mazzarri in tv ho cercato di capire quale fosse la sua idea. Il tecnico vuole arrivare ad abbinare questa solidità difensiva ad una proposta offensiva differente. Del resto, anche le altre big senza i giocatori più importanti hanno fatto fatica a segnare. Non vendiamo la pelle dell’orso prima di averlo ucciso, dobbiamo aspettare per capire, è ovvio che questa non può essere la versione finale del Napoli, con 0 tiri in porta”.

La scelta su Mazzarri…

Nel momento in cui De Laurentiis ha deciso di chiamare Mazzarri è chiaro che ha pensato di provare a salvare una situazione, curandola, piuttosto che creare un altro progetto tattico. Mi rendo conto che i tifosi sono delusi, dopo che pochi mesi fa c’era un Napoli straordinario che faceva girare la testa al Liverpool, ma a me pare chiaro che in questo momento ci fosse da guarire, per tamponare una situazione. Ieri contro la Lazio mi è piaciuto molto Lobotka. Dei 4 acquisti non c’è nessuno che giocherebbe titolare nell’undici base per la stima che ho dei calciatori che il Napoli già aveva. Con il mercato, mai facile a gennaio, ha migliorato la profondità della rosa, coloro che devono scalare la classifica già c’erano”.

Tutte le notizie di Terzotemponapoli su Google News

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui