Napoli era stufa! era disgustata! Ora è giunto il momento della svolta: Non è possibile che alcune squadre ricevano favori arbitrali da inizio a fine stagione e non da ora, ma da almeno 50 anni! Un Sistema che non riesce a recuperare credibilità non può restare in piedi! Andrebbe commissariato!

NAPOLI DEUFRADATO

Il Napoli si è visto sottrarre anche la SuperCoppa da sotto agli occhi per merito di un arbitro che, nel primo tempo della gara, ha permesso di tutto e di più ed al primo fallo effuttuato da un calcirore azzurro, ha ammonito Rrahmani graziando a più riprese Calhanoglu autore di notevoli interventi pericolosi.

L’IMPRESA DELL’ARBITRO RAPUANO

Nella ripresa il Sig.Rapuano, alla stregua delle pregresse prestazioni, ampiamente controverse e criticate dal Napoli, dei suoi colleghi, nel secondo tempo ha cambiato atteggiamento ed ha espulso Simeone per doppia ammonizione (la prima al limite della credibilità, la seconda perchè l’attaccante azzurro ha fatto un fallo di minore intensità rispetto ad altri non fischiati ai nerazzurri)

ECCO COSA ACCADE SE SI VINCE UNO SCUDETTO … IMPREVISTO

Questo è l’effetto di uno Scudetto stravinto e stameritato dal Napoli nello scorso anno. A parte gli errori di gestione societari e degli allenatori, la squadra azzurra è stata FALCIDIATA da ricorrenti errori arbitrali.

Napoli cosa hai combinato? l’ITALIA …SOFFERENTE NON HA DIGERITO

Evidentemente l’Italia che conta non ha digerito lo sgarbo effettuato dal Club Partenopeo lo scorso anno e nel presente campionato si verificano favori ricorrenti ad alcune big e penalizzazioni CLAMOROSE per un club ed una città che ha dato e da tanto al calcio.

ALCUNI CLUB NON POTEVANO E DOVEVANO ESSERE ISCRITTI AL CAMPIONATO

Le squadre aiutate sistematicamente non dovevano nemmeno essere iscritte ad un qualsivoglia campionato ove vige trasparenza, corretteza e legalità.

Ma il colmo è che i Club che hanno i conti in regola e nessun passivo di bilancio, nonostante vengano penalizzati da una concorrenza sleale da parte di società che non potrebbero acquistare ma solo vendere calciatori, sui rettangoli di gioco non vengono garantirte, ma VESSATE

Napoli, dopo Pechino, ora Riyad

Dopo Pechino dobbiamo registrare anche Riyad e dopo gli Scudetti persi per ‘stranezze’ avvenute in altri campi do gioco ed in altri luoghi… , ora OSANNIAMO anche l’Inter.

LE ”DUE ITALIE” NON POSSONO COESISTERE

Le due ITALIE non possono, purtroppo, coesistere e la Storia ci insegna che un Paese, attualmente UNITO ma di fatto DISUNITO come da sempre, non ha ragione di esistere.

Il Nord ha bisogno del Sud in tutti i settori e non vuole liberare il meridione perchè -senza di esso- non potrebbe attingere linfa per accrescere poteri e riserve auree.

Allora il popolo saccheggiato implora il Nord -per ora in ambito calcitico- : – FATEVI IL VOSTRO CAMPIONATO E LIBERATE IL SUD!-

La credibilità l’avete persa da ILLO TEMPORE e niente potrà mai risarcire un meridione colonizzato da sempre.

Abbiate gli ATTRIBUTI di far effettuare due campionati distinti e non adeperatevi solo a salvare certi …BREND. Se avere timore di perdere ciò di cui vi siete appropriati, da minimo 50 anni, allora la vostra COLPEVOLEZZA trova un riscontro ineccepibile.

A proposito: il popolo napoletano non gradisce eventuali future compensazioni: la frittata l’avete già cucinata e capovolta più volte

BUON CAMPIONATO AL ‘PALAZZO’

BUON (VOSTRO) CAMPIONATO CHE PERO’ NON VALE NULLA ALLA SRTRGUA DEI PRECEDENTI CHE HANNO TROVATO SEMPRE LO STESSO MODUS OPERANDI DI UNO STATO LATITANTE E NON SOLO PER IL CALCIO E LO SPORT IN GENERALE

Anche Cesari si esprime sugli episodi arbitrali

Graziano Cesari, ex arbitro, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Canale 5, sugli episodi della finale di Supercoppa italiana tra Napoli e Inter: “Il primo giallo per Simeone non c’era. E’ un fallo normale ed eravamo poco fuori dall’area dell’Inter. Sul secondo giallo, lui non lo estrae, ma gli viene suggerito. Non mi è piaciuta la gestione dei cartellini. C’erano due falli da giallo di Calhanoglu nel primo tempo, prima del giallo che ha avuto per un fallo meno netto su Kvaratskhelia. Nella ripresa, la gestione è stata diversa, perchè? Rapuano ha sprecato una grande occasione. Non mi è piaciuto”.

LEGGI QUI: Napoli deve pagare per aver osato stravincere uno scudetto!

L’Inter è la squadra più indebitata dell’intero campionato italiano: i nerazzurri comandano in questa classifica

L’Uefa ha fornito il rendiconto annuale secondo il quale il debito bancario complessivo del calcio europeo è cresciuto di 1,25 miliardi. Solo sui top cinque campionati, inclusa la Serie A, gravano oltre 7,5 miliardi di debiti bancari oltre a 2,5 miliardi verso finanziatori interni.

In Italia è l’Inter la squadra più indebitata con 390 milioni di euro. Segue poi la Roma a quota 271, mentre la Juventus ha un passivo di 223 milioni.

Leggi tutti gli articoli di TerzoTempoNapoli su Gogle News

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui