Ulivieri, De Core, Renica, Parlato, Martino, De Maggio, Vidigal, Perna, Pellegatti, Biazzo, Zoff, Damiani sono intervenuti a Radio Goal in diretta su Kiss Kiss Napoli per parlare del Napoli, vittoriso a Berlino, e del big match che attende domenica il Napoli al Maradona contro il Milan. Queste le loro dichiarazioni riportate da TerzoTempoNapoli.Com:

Renzo Ulivieri, presidente dell’Assoallenatori, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli

“Gli allenatori italiani, per me, sono i più bravi del mondo. Ce lo dicono anche i risultati quando vanno all’estero. Noi siamo ridiventati bravi quando siamo diventati dei meticci e siamo andati a prendere il meglio anche dagli altri. Oggi anche gli altri ci studiano perchè chi arriva in Italia vuole farsi trovare preparato. L’allenatore italiano ha la capacità e l’arte di arrangiarsi”.

Francesco De Core, direttore de Il Mattino, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal

“E’ vero che siamo diventati tutti palati sopraffini, ma una vittoria in Champions è sempre una vittoria in Champions. Direi che ci siamo abituati troppo bene. L’anno scorso il Napoli ha mangiato tutto l’anno a casa di uno chef stellato con tre stelle, quest’anno possiamo anche mangiare a casa di uno chef che di stelle ne ha una sola. Contano i risultati ed il Napoli un’inversione di tendenza l’ha avuta dopo la sconfitta con la Fiorentina. Raspadori o Simeone? Dico Raspadori perchè è in fiducia, ha segnato il goal vittoria a Berlino, era al posto giusto nel momento giusto. Sarà Raspadori il centravanti del Napoli contro il Milan anche se Simeone ha avuto la capacità, l’anno scorso, di incidere a gara in corso. Mi auguro che il Napoli usi le giuste contromisure per fermare Leao”.

Alessandro Renica, ex calciatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli:

”Tutti ci aspettavamo una reazione del Napoli dopo il periodo buio e le due sconfitte contro Real Madrid e Fiorentina. Il Napoli a Verona ha fatto una bellissima partita, a Berlino non ha giocato bene, ma ha portato a casa lo stesso il risultato ed è un segnale positivo. L’anno scorso giocava sempre bene e quando non lo faceva andava in difficoltà. Quest’anno la cosa positiva è che anche se non giochi bene puoi vincere. Quando vinci il morale va sempre su, anche se non giochi benissimo e questo di dà consapevolezza, autostima e tranquillità. Vedremo domenica che sarà la prova del nove. Il Milan col Napoli fa sempre bene, l’anno scorso ha disturbato il cammino del Napoli.

Il Milan è una squadra che anche al mio Napoli faceva male, è una squadra un po’ sgorbutica. Il Napoli ci arriva più sereno del Milan all’appuntamento di domenica. Ancora non si capisce che il calcio è imprevedibile ed ogni partita ha una storia a sè. Secondo me domenica giocherà Raspadori perchè i due centrali del Milan sono molto fisici e massicci. Osimhen soffrì contro i centrali del Milan, mentre Raspadori potrebbe impensierire di più la difesa rossonera. Il Napoli è coperto in attacco. L’importante sarà anche legger bene la partita ed eventualmente correggere qualcosa, anche perchè coi cinque cambi puoi intervenire in maniera massiccia sul match. Natan? Lo voglio studiare ancora un po’, ma mi sembra un buon difensore. E’ bravo tecnicamente e poi è forte fisicamente, ha i tempi giusti ed il giusto temperamento. promette bene il brasiliano”.

Manuel Parlato, collega di Sportitalia, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal


“Il presidente è da stamattina a Castel Volturno e s’intratterrà con l’allenatore e la squadra. Anguissa? C’è qualche speranza per recuperarlo col Milan, ma io non lo rischierei. Poi non faccio il medico, ma credo che Anguissa sia un calciatore fondamentale per il Napoli. Cajuste ha fatto bene a Verona, un po’ meno a Berlino dove non ha inciso. Si andrà a rinnovare il ballottaggio Mario Rui-Olivera, il portoghese è stato determinante e lo è ancora. E’ uno che gioca tanti palloni e per me è fondamentale per Kvaratskhelia. Poi l’altro ballottaggio, Simeone-Raspadori, credo sia sempre caldo. L’anno scorso il Cholito fece un goal bellissimo a San Siro col Milan e in quella gara il Napoli meritava meno di quanto avesse ottenuto”.

Carmine Martino, giornalista, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli

“Penso giochi Cajuste domenica perchè ha più fisico rispetto ad Elmas, dà più energia alla squadra. Ho capito che Garcia fa molto affidamento su di lui, o almeno su un calciatore con certe caratteristiche. Bisognerà capire se sarà il Cajuste di Verona o il Cajuste di Berlino. Forse lo svedese non è abitauto a giocare ogni tre giorni ed ha patito dal punto di vista della concentrazione”.

Valter De Maggio, direttore di Kiss Kiss Napoli, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal

“Per me Garcia cambierà qualcosa, soprattutto a centrocampo, rispetto alla gara di Berlino. Kvaratskhelia, quando c’è Mario Rui, rende meglio rispetto a quando c’è Olivera. Se penso a Theo Hernandez sulla fascia sinistra del Milan mi verrebbe da schierare Elmas e non Cajuste perchè il macedone è più rapido per contenere l’avversario. Per me Kvaratskhelia è molto più forte di Vinicius del Real Madrid”.

Josè Vidigal, ex calciatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli

“Siamo tutti in attesa per Napoli-Milan, spero che il Napoli vinca nonostante il Milan abbia un portoghese come me (scherza ndr.). Il Napoli può ancora sognare di ripetere l’annata scorsa, mai dire mai. Il centrocampo del Napoli? Si deve lavorare di collettivo, il problema quest’anno è che Garcia ha portato delle idee diverse da quelle che aveva Spalletti. Domenica Garcia se batte il Milan dà una risposta a tutti i dubbi che si hanno ancora. Secondo me bisogna essere un po’ più pazienti nei confronti di Garcia perchè anche lo stesso Milan ha sofferto l’anno successivo alla vittoria dello scudetto.

Leao? Martinez del Portogallo ha trovato in Dalot la protezione giusta per far giocare Leao. Leao pensa poco alla fase di copertura perchè sa che c’è Dalot dietro. Lo stesso vale a Napoli. Mario Rui è un insegnante di calcio, tutto ciò che fa lo fa con intelligenza ed è normale che Kvaratskhelia vada al massimo quando gioca insieme a lui”.

Vincenzo Perna, giornalista di Kiss Kiss Napoli, ha parlato nel corso di Radio Goal di oggi


“Mi aspetto Cajuste dal 1′, Anguissa non dovrebbe farcela. Secondo me Garcia ha sostituito Cajuste con l’Union anche per tenerselo in forma per il Milan. Cajuste l’anno scorso ha ottenuto il secondo posto in Ligue 1 per numero di palloni recuperati. Per cui è lui l’uomo giusto per affrontare il Milan a centrocampo. Giocherà Mario Rui per far rendere al meglio Kvaratskhelia, Mario Rui lo cerca sempre in profondità ed è così che il georgiano è devastante. Per me Kvaratskhelia è dietro solo a Mbappè e Vinicius, ma non paragoniamolo a Kakà. Oggi Kvaratskhelia al Real Madrid non giocherebbe perchè c’è Vinicius, dovrebbero solo snaturare l’uno o l’altro per farli giocare insieme”.

Carlo Pellegatti, giornalista Mediaset, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli:

“Domenica il Milan rischia di più e non arriva bene a questa partita, non tanto per la sconfitta col PSG che è pesante sul piano della forma, ma per la sconfitta con la Juventus che non esiste. La Juventus ha tirato una volta in porta ed il tiro di Locatelli è stato deviato. Leao ed Hernandez? Le bacchettate che sono arrivate per il portoghese sono costruttive. Se vuole diventare un fuoriclasse deve migliorare. Mbappè è un killer, gioca per il goal, mentre Leao gioca solo per divertirsi e per divertire il pubblico.

Non so se riuscirà a trasformarsi in un goleador, basterebbe il 3% della rabbia agonistica che aveva Inzaghi. I big del calcio pretendono di più da Leao che è un gran campione, ma se vuole diventare un fuoriclasse deve migliorare sotto porta. Formazione anti Napoli? Io metterei sempre in ballottaggio Krunic e Adli così come Musah e Pobega. Kvaratskhelia o Leao? Prendo Leao, ma ciò non vuol dire che Kvaratskhelia sia più scarso, è una mia preferenza. Kvaratskhelia o Kakà? Premio il coraggio di fare questo accostamento (scherza ndr.)”.

Salvatore Biazzo, giornalista, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal


“Il Milan di questa stagione non può far paura come il Milan degli anni passati. Per me rischia più Pioli che Garcia, è vero che vinse uno scudetto ma all’epoca sia Inter e Napoli erano più forti. Kvaratskhelia e Leao? Sono due calciatori completamente diversi, Leao è un finalizzatore, mentre Kvaratskhelia è un genio. Kvaratskhelia l’anno scorso ha fatto 42 partite segnando 15 goal, un giorno potremmo accostarlo anche a Kakà. Lobotka? Non è ancora nella migliore condizione, è sotto osservazione perchè non è quello dell’anno scorso. E’ quello che viene penalizzato di più dal gioco di Garcia”.

Dino Zoff, ex calciatore, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal, in diretta su Kiss Kiss Napoli:

“Maignan e Meret sono già fortissimi, ma possono ancora migliorare. Maignan è esplosivo, Meret forse ha più tecnica, ma sono entrambi grandi portieri. Napoli-Milan? Il Milan ha qualche problemino, ma se lasci spazi a Leao succede ciò che successe l’anno scorso in Champions. E’ tutta lì’ la partita, se si riesce a non dare spazio a Leao per il Napoli sarà più facile. La forza del Milan è solo Leao che se trova spazi diventa pericolosissimo”.

Oscar Damiani, agente di calciatori, ha rilasciato un’intervista a Radio Goal

“Napoli-Milan? Un bel pareggio e saremmo tutti contenti (scherza ndr.). In Milan ha delle difficoltà, è una squadra giovane senza grandi campioni. Ne ha due, Leao e Maignan, il resto sono bravi calciatori. Nel Napoli ci sono cinque o sei campioni e questa alla lunga può fare la differenza. Formazione anti Milan? Raspadori è intelligente, tecnico e sa giocare tra le linee. La mancanza di Osimhen si farà sentire, ma in attacco il Napoli è messo più che bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui