In occasione del 5° turno di campionato, il designatore ha affidato Bologna-Napoli alla direzione di Ayroldi di Molfetta.

In questa stagione il fischietto di Molfetta si sta dimostrando uno dei più affidabili agli occhi dei su capi visto che è già alla direzione della sua terza gara stagionale nonostante abbia diretto gare non semplici dal risultato non scontato.

Alla prima giornata di campionato ha diretto Genoa-Fiorentina terminata 1-4. Durante la prima direzione stagionale sono stati sventolati 5 gialli, due verso i padroni di casa e 3 verso gli ospiti. Più nello specifico, i gialli sono andati tra i cattivi: Bani e Retegui tra i rossoblu ed a Milenkovic, Biraghi e Bonaventura tra i viola.

Nella stessa gara ha ravvisato 27 falli di cui 14 commessi dal Grifone e 13 dalla Viola. i corner sono sati 3 per i padroni di casa e 4 per gli ospiti.

La seconda gara stagionale diretta è quella tra Empoli e Juventus terminata 0-2.

In questa occasione Ayroldi ha mostrato 6 volte il giallo equamente suddiviso tra le due compagini. I destinatari delle sanzioni disciplinari sono stati Bereszynski, Gyasi e Destro per i padroni di casa e Miretti, Locatelli e Vlahovic per gli ospiti.

In questa gara è stato anche concesso un penalty poi calciato da Vlahovic e parato da Berisha.

Curiosa la coincidenza che anche in questa gara i fischi sono stati 27 suddivisi in 14 contro i padroni di casa e 13 contro gli ospiti. Il conto dei corner si è attestato a 3 contro i 7 dei bianconeri.

Bologna-Napoli: cosa può succedere

A causa dei pochi dati disponibili sulle direzioni di gara di Ayroldi non è ancora possibile tirare fuori un trend, se nn che è un arbitro equilibrato.

Ciò che sembra spiccare è che non tende a punire con dei gialli facili gli interventi dei difensori: in 11 gialli in 2 gare sono solo 2 i centrali ammoniti (Bani e Milenkovic).

Inoltre sono arrivate due vittorie esterne in due gare, come suddetto, dal risultato non scontato in partenza. Questo è sintomo che il direttore di gara non si lascia influenzare dall’ambiente, ma spesso ha la meglio chi fa meglio in campo.

Tra Bologna e Napoli ci aspettiamo una gara combattuta. Thiago Motta sa ben schierare i suoi uomini in campo ed evidenziarne le qualità principali. Il cammino fin qui effettuato lo dimostra: dopo la prima sconfitta casalinga con il Milan, pareggio 1-1 a Torino con la Juventus, vittoria casalinga con il Cagliari e 0-0 a Verona.

Il Napoli avrà il compito di ritrovarsi soprattutto dal punto di vista del gioco. Non sarà facile anche viste le due assenze pesanti in difesa. Rrahmani e Juan Jesus sono ai box e Ostigard e Natan saranno chiamati a non farli rimpiangere. Voci di corridoio parlano di possibili esperimenti per Garcia, che potrebbero metterlo ancora di più nell’occhio del ciclone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui