A Radio CRC, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è intervenuto Ciccio Graziani, allenatore ed ex calciatore, per parlare del Napoli e su altro. Queste le sue parole:

Su Osimhen e l’Arabia Saudita

“L’Arabia? Se fossi Osimhen non andrei mai in Arabia Saudita perché vai in un campionato a divertimento. Il Napoli potrebbe fargli un contratto straordinario. In più rimane nel calcio vero. È un ragazzo che ha 24/25 anni, ma che senso ha andare in un mondo dove non c’è competizione o divertimento, l’unica cosa bella sono i quattrini che ti danno. – afferma Graziani – Capisco Koulibaly, Ronaldo, Brozovic, ma Osimhen può diventare un giocatore straordinario a livello europeo e mondiale. Se hai 10 ferrari non è che ogni giorno esci con una diversa, ci sono già i soldi per fare tutto questo. Se fossi Osimhen ringrazierei e direi che non mi interessa, perché proverei a diventare l’attaccante più forte in Europa. Neymar ha già vinto qualcosa di importante, gli manca il campionato del mondo.

… è un divertimento per pochi lì, perché non c’è competizione in quel campionato, non c’è interesse

È un divertimento per pochi lì, perché non c’è competizione in quel campionato, non c’è interesse. Ma dico, Neymar non era già straricco al PSG? Se non fosse andato in Arabia sarebbe stato stramiliardario comunque. Neymar già oggi si sarebbe potuto permettere jet privati e cose varie. Rischio impoverimento dei campionati europei? Può darsi, perché no. -prosegue Graziani – Di quelli che se ne sono andati chi possiamo rimpiangere? Neymar non credo. Io non so se la FIFA interverrà e se potranno mettere un freno a questa megalomania che hanno gli sceicchi. A Kessie danno 14/15 milioni di euro, ma che possiamo rimpiangere lui che nel Barcellona non giocava? Non vedrò una partita di quel campionato, manco mezza perchè non mi interessa. Mi posso mettere a vedere Neymar che giochicchia da solo e si diverte da solo in quel campionato.

Graziani sul Napoli se può vincere di nuovo il campionato

Se il Napoli può vincere di nuovo il campionato? Oggi il Napoli è la squadra da battere perché ha vinto lo Scudetto, ha cambiato di meno e gioca a memoria. Sono stato a Dimaro e posso dirvi che è uno spettacolo vederli giocare ad un tocco. Se oggi dovessi scommettere qualcosa lo farei sul Napoli anche se ho l’impressione che farà fatica a rivincerlo come l’anno scorso.-aggiunge Graziani – Le altre si sono rinforzate, il Milan con questo assemblamento di calciatori è più forte dell’anno scorso. L’Inter può dare del filo da torcere. La Juventus senza le coppe è una di quelle squadre che può inserirsi nella lotta scudetto. Se dovessi individuare la squadra che ha maggiori possibilità di vincere è il Napoli. Oggi il Napoli è la squadra più forte che abbiamo nel nostro campionato.

Il rifiuto di Zielinski all’Arabia

Il rifiuto di Zielinski all’Arabia? A me Zielinski piace, gli rimprovero solo la discontinuità a volte. È tecnicamente bravo e valido, ha tempi d’inserimento buoni. Sono contento che abbia rifiutato l’Arabia perché ha tante cose belle da vivere nel nostro mondo calcistico. -sottolinea Graziani – L’unica cosa che non mi è piaciuta è che io vinco lo scudetto e devo abbassarmi l’ingaggio per rimanere. Io sarei partito dal presupposto di guadagnare almeno quanto guadagnavo prima. 

Graziani su Spalletti in Nazionale

Spalletti in Nazionale? Meglio di Luciano in questo momento non ce ne sono sulla piazza. Viene da uno scudetto meraviglioso e lavora molto bene con chi deve migliorarsi. Ora deve fare il commissario tecnico, però. Quindi deve prendere i migliori e metterli insieme. Su questo è bravo e cercherà di far sì che questa Nazionale faccia bene e io sono convinto che sarà così”.

Conclude Graziani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui