NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

10[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Gaetano: ''Il primo gol con la maglia del Napoli? Una favola troppo bella''

Gaetano: "Il mio gol all'Inter un'emozione incredibile. La nostra forza è stata il gruppo. Fanno piacere le parole di Spalletti. Lo scudetto è stata una gioia immensa, voglio restare qui e togliermi altre soddisfazioni"


Gianluca Gaetano, centrocampista del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Napoli. Queste le seu parole:


"Clementino ed io ci conosciamo da dieci anni, abita sotto casa di mia nonna. Il primo gol con la maglia del Napoli? Una favola troppo bella, chi non l'avrebbe sognato? E' una delle emozioni più belle che si potessero provare, è stato straordinario. -afferma Gaetano - Immaginare ad agosto scorso un campionato del genere? E' stata una bella scoperta, siamo partiti forte e mano mano ci siamo accorti delle potenzialità che avevamo, abbiamo lottato in ogni partita. Come fanno a non mancare le motivazioni quando ci sono ancora dei record da battere? Con l'Inter era una partita bella a prescindere dal campionato già vinto, loro faranno la finale di Champions League ed abbiamo fatto una grande partita. Il primo segreto è stato il gruppo, si sta assieme e si lavora e si gioisce assieme. Il gruppo compatto è stata la forza nostra. -prosegue Gaetano - Giuntoli mi stima? Mi sono allenato ogni giorno facendomi trovare pronto per il momento giusto, i ragazzi mi hanno visto crescere ed esordire a 17-18 anni, anche loro erano emozionati per il mio gol. Con Simeone ho un rapporto bellissimo, come con tutti gli altri. Spalletti? Sentirsi dire certe parole da lui fa piacere, ha fatto un percorso straordinario e non è da tutti diventare campioni qui con il Napoli. -continua Gaetano -  Lo Scudetto è la gioia più bella dopo la nascita di mia figlia, a Udine sono scappato subito negli spogliatoi dopo il fischio finale. Quella maglietta lì la volevo tenere stretta a me e non darla via a nessuno. Il mio futuro? Rimanere qui a Napoli, segnare tanti gol e togliermi soddisfazioni, magari altri scudetti. Però vediamo, ci sono tante cose da sistemare".

 

Conclude Gaetano

Nessun commento: