NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

10[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Gaito: "10 dribbling su 18..."


Su TuttoNapoli.net il Focus del Direttore, Antonio Gaito:

"No, Kvaratskhelia non è stato ridimensionato e tantomeno annullato da Calabria come qualcuno ripete da diversi giorni. In molti, condizionati dal risultato negativo, come spesso accade a livello mediatico, hanno messo in discussione il georgiano per gli errori sotto porta e dal dischetto (che possono capitare a chiunque), senza tenere conto della qualità con cui si è creato quelle occasioni dal nulla, delle difficoltà del match e del copione tattico contro una squadra arroccata per quasi 180' di cui 90', rinunciando persino ad alzare la linea difensiva fuori dall'area. Impreciso, ma non annullato, nonostante 3 avversari.

Kvaratskhelia ha fallito sotto porta, come accaduto già all'andata. Col rigore a confermare la serataccia al tiro. Il georgiano però ha chiuso la sua partita con 10 dribbling su 18. A testimonianza di una prova che tutt'altro che negativa. Considerando il campo minato preparato da Pioli con Calabria sempre stretto, l'aiuto di Brahim e l'uscita di Krunic da quel lato (e talvolta anche di Kjaer in emergenza). Nonostante questo, in diverse situazioni è sbucato in mezzo a due. Sterzando, come in occasione della girata di poco sopra la traversa. O il tiro alto dopo un raddoppio spezzato. Difendere meglio o con più uomini era impossibile. Eppure è riuscito in qualche modo a rendersi pericoloso. Come, più o meno costantemente, dall'inizio della stagione.

Perché si è confermato un campione? Al di là delle due gare imprecise sotto porta, mostrando anche una lucidità inferiore rispetto a qualche tempo fa sul piano della condizione, Kvara ha confermato che anche nella gara più complessa tatticamente, riesce a creare dal nulla occasioni da gol. In uno scenario in cui molti, serviti sistematicamente dai compagni, sarebbero diventati prevedibili e dannosi e non solo sterili. Giuste le celebrazioni a Leao, campione che si esalta quando la sua squadra si abbassa ed ha campo davanti. Ma lui stesso, a difesa schierata (come in campionato con le medio-piccole), fatica non poco. Di più rispetto a Kvara. Che, da solo, ha tenuto vivo l'attacco del Napoli privo del miglior Osimhen. E che, da tempo, fatica a destra".

Bravo Direttore! Da questa gara ho capito quanto sia forte il Napoli. E quanto sia fortissimo questo ragazzo. Saltare 2 avversari contemporaneamente. Oppure interi reparti. Nello stretto. E non a campo largo. E' da fuoriclasse. Punto... 

A cura di Alessandro Cardito 

Nessun commento: