NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

10[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Eugenia Saporito :Napoli stagione magica

In esclusiva per  Terzo Tempo Napoli ,la giornalista ed opinionista Eugenia Saporito,

Probabilmente contro ogni pronostico il campionato del  Napoli, al comando della classifica con un margine impressionante sulle dirette inseguitrici, quali sono i punti di forza della squadra di Spalletti ed il segreto della coppia Kwarashelia Oshimen e quali sono se ci sono punti deboli della squadra?

Ne parliamo con Eugenia Saporito giornalista ed opinionista in esclusiva per il nostro portale con cui parliamo della stagione che sta vivendo il calcio Napoli con un inevitabile riferimento al calcio italiano tra nazionale e settori giovanili.  

Calcio italiano può finalmente dopo la vittoria della Roma in Conference League nella scorsa edizione può imporsi anche in Champions dopo l’ultima vittoria di un italiana nel 2010 con l’Inter?

Calcio internazionale , vedi possibili fuoriclasse  o futuri campioni che poi potranno giocar e nel nostro campionato?

IL Napoli può aprire un ciclo e cosa manca   alla città ed ambiente per poter  restare nell’ elite del calcio che conta  modalità Real Madrid o Bayern Monaco ad esempio?

La nazionale italiana dopo la vittoria agli europei sta attraversando una nuova fase che la porta di nuovo lontano dal calcio che conta, quali sono i motivi e perché il calcio italiano non riesce a sfornare nuovi talenti come ad esempio il calcio spagnolo che comunque resta al vertice ?

"Uno dei punti di forza, per me importante risponde Eugenia Saporito, è riconducibile sicuramente al fatto che la squadra di quest'anno è una compagine


rinnovata, fresca e, diversamente dagli altri anni, con voglia e consapevolezza di poter raggiungere concretamente l’obiettivo, Spalletti sta facendo un ottimo lavoro,  Osimhen è cresciuto tantissimo, non corre più incondizionatamente da solo ma fondamentalmente con la squadra. Quando c’è ( nel 90% delle partite ), la squadra gioca per l’attaccante. Tecnica e maturità stanno crescendo insieme, con coordinazione e ritmo incalzanti. Basti solo pensare che è l’attuale capocannoniere della Serie A, oltre tutti i record raggiunti sino ad ora. Per quanto concerne i punti di debolezza, forse uno lo attribuirei al fatto che bisognerebbe lavorare di più sulle palle inattive e sul saper gestire ( meglio )  le squadre che di chiudono in difesa.

 

L’intesa che c’è tra Kvara ed Osimhen è un qualche cosa di speciale. Un calciatore “solitario” che realizza la maggior parte dei suoi goal grazie agli assist del georgiano. La lettura del gioco e dei movimenti, favoriscono questo duo prolifico. È proprio il caso di dire, l’intesa vincente.

 

Il calcio italiano sta dimostrando di poter essere protagonista in Europa più di tutti gli altri quindi si, certo che può imporsi anzi, deve.

 

Il Napoli ha già aperto un ciclo che, spero, sia quello che tutti attendiamo. Una squadra ed una società che si sono costruite e cresciute insieme negli anni scalando classifiche di record anche europei. Per quanto concerne la città, credo sia pronta da un bel po’ per i festeggiamenti, meno per la mentalità. Basti vedere quanto accaduto nella serata di Napoli – Milan al Maradona.

 

Il problema delle nazionali sono da ricondursi ai settori giovanili. Se non ci si investe sui giovani talenti perché non si hanno soldi e non ci sono strutture e se si precarie, più a avanti si andrà e peggio sarà. Mancini ha fatto un lavoro modesto ma bisogna, secondo il mio parere, dare un’anima alla squadra e soprattutto un gioco.

 

Il poker del Milan è stato una doccia fredda. Il momento positivo del Napoli, interrotto così bruscamente da una prestazione al di sotto delle competenze ed aspettative, ha freddato un pochino gli animi. Il Milan è sceso in campo con una prestazione eccellente, attento e tecnicamente superiore. Il Napoli lento, poco concentrato ed azzarderei quasi a dire disorientato. Spero soltanto che non si sottovaluti nulla per le prossime gare, facendo così risultato tale da arrivare al confronto Champions nella miglior condizione fisica e mentale.

 

 


Nessun commento: