NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Sampdoria - Stankovic: "Napoli? Avremo rispetto ma non paura''

Sampdoria, Stankovic: "Napoli favorito per lo Scudetto, avremo rispetto ma non paura. Zanoli? Lo voglio vedere, se sta bene giocherà"

Dejan Stankovic, allenatore della Sampdoria, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Serie A contro il Napoli. Queste le sue parole:

"Il primo pensiero va naturalmente a Luca Vialli. I suoi messaggi di benvenuto alla Sampdoria me li tengo stretti: me li ha mandati con affetto, amore e rispetto e mi ha colpito dritto nel cuore. -afferma Stankovic - Mando un abbraccio alla famiglia: abbiamo perso un grande uomo. Il Napoli è una squadra che ha fatto vedere il proprio valore fin dall’inizio della stagione. Sono favoriti per lo Scudetto e da favoriti vengono a Marassi. 


La prestazione col Sassuolo è stata convincente: siamo stati bravi e concentrati, ma dobbiamo migliorare di partita in partita. Arriva un grande avversario, con grandissimo allenatore, li rispettiamo ma, senza paura, faremo il nostro: giochiamo in casa, dobbiamo onorare la maglia e difendere i nostri colori. -prosegue Stankovic - Siamo pronti. Ci saranno tanti duelli: ne abbiamo vinti tanti a Reggio Emilia e dobbiamo ripeterci. Ritorna Djuricic, Colley ha ancora i postumi di un attacco forte di influenza, Amione è squalificato. Ma non ci piangiamo addosso, abbiamo le nostre armi e dobbiamo continuare a preparare ogni partita come una finale. Le partenze? Ringrazio Bereszynski, grande uomo e professionista, ha dato tanto alla Samp e ha onorato la sua ultima gara con una prestazione top. Gli auguro ogni bene, lo merita. -aggiunge Stankovic - E vale lo stesso discorso per Caputo: se possono essere più felici altrove è giusto lasciarli andare perché sono ragazzi splendidi. 


Zanoli? È potente fisicamente, tecnicamente è bravo: ha voglia di spaccare il mondo. Lo voglio vedere: se sta bene giocherà. In queste settimane abbiamo lavorato sul fatto che Marassi è casa nostra – sotolinea Stankovic-  deve essere la nostra enorme forza che ci spinge a fare risultati inaspettati. Questo deve cambiare: si possono sbagliare cento, mille palle ma non possiamo sbagliare approccio e atteggiamento. Questo vogliono i doriani. Da qui in avanti Marassi deve diventare nostra fortezza".

Conclude Strankovic

Nessun commento: