NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Montefusco: "Napoli favorito perché è squadra. l’Inter ha ancora troppi dubbi"

 


A Radio Napoli Centrale, nel corso di "Un Calcio alla Radio", è intervenuto Vincenzo Montefusco, ex giocatore e allenatore del Napoli. Queste le sue parole:



"In 70-80 anni, ogni 15-20 anni ci sono dei mostri sacri del calcio. Dargli un nome è difficile, cos’è campione? Sono fenomeni e speriamo ne nasceranno ancora per i nostri giovani che si sono persi il gusto del vero calcio, quello che avevamo noi, che abbiamo guardato noi. -afferma Montefusco - Maradona? Devi avere la forza di rubare un pallone se riesci a stargli vicino, ma faceva dei movimenti che provo a spiegare, ma sono da capogiro. Maradona era solo mancino e forte in tutto, Pelé usava qualsiasi parte del corpo: nessuno li eguaglia, vengono fermati con le catene. In America eravamo in 3 a buttare mazzate. Maglia numero 10? Per me è un errore toglierla da mezzo. Andrebbe dato al giocatore che ha più tecnica, fantasia, ma tu lo ricordi sempre vedendo quella maglia in campo. 



Antonio Juliano? Siamo cresciuti insieme. Ho avuto una venerazione per lui. Lo porto sempre come esempio ai miei ragazzi, quando negli anni passati il Napoli veniva meno per mancanza di personalità, ho sempre detto che mancava -e manca tutt’oggi- un uomo come Juliano. -prosegue Montefusco - Era un altro calcio in tutto. Napoli? Sono stato due anni a Castel di Sangro. Ho visto la differenza tra i due allenamenti quando c’erano e non c’erano i vari Insigne, Mertens, Koulibaly, Ospina. È un piacere vederli giocare, giocano bene tutti perché sono sereni. Lo spogliatoio ha lo spirito del sacrificio, grazie al lavoro straordinario di Spalletti e Giuntoli. Abbiamo passato due mesi a fare esperimenti, ma sappiamo che giocheremo 4-3-3 e domani non cambierà niente. Secondo me, il Napoli scenderà in campo come squadra, l’Inter ha ancora troppi dubbi. Il Napoli è favorito perché è squadra".

Conclude Montefusco

Nessun commento: