NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Mandorlini: “Il Napoli ha meritato di essere primo. Sulla gara contro l’Inter…”

Mandorlini: ''Per Inter-Napoli conta il risultato finale. I nerazzurri hanno 11 punti di svantaggio sul Napoli e credo faranno di tutto per accorciare''


A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”,  è intervenuto Andrea Mandorlini, allenatore e ex calciatore. Queste le sue parole:

“La ripresa del campionato? È un’incognita un po’ per tutti. Tante squadre proveranno ad apportare degli accorgimenti. Cercheranno i punti deboli del Napoli che fino ad ora non penso ne abbia avuti. -afferma Mandorlini - Non penso che la consapevolezza del Napoli possa cambiare per un periodo di sosta. I valori non si discosteranno tanto rispetto a quanto visto nella prima parte. Passi falsi non ne devono commettere le inseguitrici del Napoli perché il distacco diventerebbe incolmabile. 

L’assenza di Brozovic? Pesa, ma non credo che sia un problema perché Calhanoglu ha le caratteristiche per poter sopperire in quel ruolo. Ha già dimostrato quello che può dare in quel ruolo. -prosegeu Mandorlini - Il Napoli ha dimostrato quello che può fare e negli spazi può diventare devastante, è una squadra che sa dove attaccarti. Inter-Napoli sarà una bellissima partita. Il Napoli dell’86/87 che vinse lo scudetto lottando con la mia Inter? Era una squadra composta da giocatori importanti ed ha vinto meritatamente, aveva Maradona che era il migliore giocatore del mondo. Ha conteso con noi il titolo anche nel 1988/89 quando poi abbiamo vinto. -aggiunge Mandorlini - È una di quelle squadre che ha vinto perché lo ha meritato. Anche il Napoli di oggi ha meritato quello che ha adesso e sarà difficile per le altre.

Simeone? Sto seguendo Giovanni e sta dimostrando di essere un uomo importante anche nelle dichiarazioni. Pur non giocando tantissimo sta dimostrando di essere attaccato a questi colori, è un uomo affidabile in tutto e per tutto. Si è sempre fatto trovare pronto, credo che lui come tanti altri sia un fattore importante. La Juventus? Non sono Allegri, ma sicuramente saprà come comportarsi. -ritiene Mandorlini - La Juventus ha dimostrato di essere una squadra importante e recupererà dei giocatori, è sempre una squadra da temere ma penso che centrare la vittoria finale sarà difficile per loro. Per Inter-Napoli al di là di tutti i discorsi che possiamo fare noi, conta il risultato finale. I nerazzurri hanno 11 punti di svantaggio sul Napoli e credo faranno di tutto per accorciare. Ci sono delle difficoltà oggettive giocando contro il Napoli”.

Conclude Mandorlini

Nessun commento: