NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Jacobelli: "Inter-Napoli ? Gara più decisiva per i nerazzurri, però mi aspetto una partita importante del Napoli"

 


Xavier Jacobelli, ha parlato nel corso de L' Editoriale, sulle frequenze di Tmw Radio, di seguito le sue parole:


Qual è il suo augurio per il 2023?
“Speriamo di vedere i progressi di gioco visti dalle innovazioni del Napoli e speriamo di vedere un campionato vivo e avvincente fino alla fine della stagione. L’augurio soprattutto è che il 2023 possa essere l’anno del rilancio per la Nazionale di Mancini, dovrà essere perfettamente consapevole di quello che è il sentimento dei tifosi azzurri. Sarà più difficile parlare solo di calcio ma racconteremo passo dopo passo tutto quello che succederà dentro e fuori dal campo.“

Quali rischi può incontrare il Milan oggi a Salerno?
“Il Milan deve stare attento a giudicare dalle ambizioni di una Salernitana partita benissimo e dalle problematiche di infortuni che sta vivendo il Milan di Pioli. La Salernitana vuole guadagnarsi la salvezza il prima possibile e regalarsi qualche grande colpo. Non escluderei sorprese in nessuna partita, è come se fossimo tornati indietro a metà agosto alla prima giornata del campionato. Sarà una partita da seguire con grande attenzione, ma tutta la giornata andrà seguita perché finalmente torna la Serie A.”

Quanto peserà la sfida di stasera tra Inter e Napoli in chiave Scudetto?
“La partita di stasera è decisamente più determinante per i nerazzurri, il che non significa che il Napoli affronterà questo impegno non nella maniera giusta, anzi mi aspetto una partita importante dalla squadra di Spalletti. Sono curioso di vedere l’effetto che farà il ritorno di Lukaku dal primo minuto dopo oltre 130 giorni, ci sarà da vedere anche come reagirà al Mondiale deludente. Queste sono le partite che esaltano un campione come Lukaku che deve rilanciare le ambizioni dell’Inter. È difficile fare un pronostico per stasera, dopo questi 50 giorni di pausa qualsiasi pronostico risulterebbe sterile. Per almeno i primi 2-3 turni di questa stagione ogni giudizio andrà emesso con cautela.”

Come giudica le polemiche provenienti da Napoli sulla designazione arbitrale?
“L’unico potere è quello calcistico del Napoli, il primato in classifica e la qualificazione così brillante in Champions League. Tutto il resto se lo porta via il vento e non suscita la mia attenzione, io non vedo l’ora di rivedere quella meraviglia calcistica che risponde al nome di Khvicha Kvaratskhelia. Si deve uscire da un circolo negativo e pensare invece a sottolineare lo spettacolo che verrà offerto da due squadre come Inter e Napoli. Per gli azzurri una vittoria a San Siro rappresenterebbe un bel messaggio ai naviganti.”

Che sensazioni ha sul momento della Juventus? C’è confusione tra staff medico e staff tecnico?
“Abbiamo la conferma di come questa sia una stagione tormentata dentro e fuori dal campo per la Juventus. Non riesco a trovare una spiegazione logica per questa continua emergenza medica in casa Juventus. Sei indisponibili sono troppi per chiunque, qualsiasi allenatore non può continuare a fare i salti mortali con tutte questa assenze. Questa è un’emergenza che costringe Allegri ad arrampicarsi sugli specchi ogni volta, non riesce mai ad avere l’organico al completo. Se poi due campioni del Mondo invece che tornare prima rientrano con due giorni di ritardo è chiaro che la situazione si complica ulteriormente”

Nessun commento: