NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Givova Scafati travolge la GeVi Napoli nel derby campano della 13ª giornata

                                                                    Fonte Foto: Napoli Basket   www.facebook.com/NapoliBk

Il sito legabsaket.it riporta che la Givova Scafati travolge la GeVi Napoli nel derby campano della 13ª giornata. Partenza di match decisamente equilibrata con Michineau e Williams a combinare da dentro e fuori dall’area per la GeVi e Stone a servire i lunghi Thompson e Pinkins per la Givova (9-8). Successivamente, Okoye da rimbalzo in attacco e ancora Pinkins da lontano provano a far scappare i padroni di casa sul +6 ma Michineau in penetrazione e il primo squillo di Howard tengono Napoli in scia (14-12). Al termine del quarto, Scafati piazza un 7-0 di break firmato ancora dalle bombe di Pinkins ed Imbrò, prima che i tiri liberi di Howard rendano il passivo meno amaro ai partenopei al mini-intervallo iniziale (21-15). Nel secondo periodo, Uglietti accende la sua squadra ma Okoye in penetrazione e un solido Stone riportano i padroni di casa sul +9. Grazie alla mira da lontano di Howard e Zerini, la GeVi prova a rimettersi in carreggiata e a non sopperire sotto i colpi di un concretissimo Pinkins e all’energia di Okoye (32-25). Al termine di un acceso primo tempo, due bombe consecutive di Stone incendiano il PalaMangano e targano il nuovo massimo vantaggio locale sul +13; trascinati dalle iniziative individuali di Michineau e Davis, Napoli non perde ulteriormente contatto (40-29 dopo 20’).

La ripresa inizia come meglio non poteva per Scafati che, dopo aver subìto un tap-in di Williams, sigla 9 punti consecutivi grazie ai tiri liberi di Pinkins, una bomba di Okoye e un canestro di Thompson (49-33). Napoli, aldilà di un appoggio di Davis, non riesce assolutamente a trovare il bandolo della matassa e subisce un pesante break di 20-3 targato principalmente dalle bombe di Logan, dal solito Pinkins sotto i tabelloni e dall’eccentrico duo Stone-Okoye in contropiede (69-36). Al termine del quarto, Stewart dalla lunetta rende un minimo il passivo meno amaro per la truppa di coach Buscaglia sul 73-47. Gli ultimi 10’ di partita servono solo a svuotare le panchine e a fissare il risultato finale sul 96-61.


Nessun commento: