NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

EDITORIALE

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Sesa: "Il Napoli è la squadra piu forte in Italia, c'è tanta qualità con degli ottimi ricambi"

 


David Sesa, allenatore del Rapperswil-jona, ha rilasciato un' intervista a "NapoliMagazine.com", di seguito le sue dichiarazioni: 


"Finora il Napoli ha giocato molto bene in campionato, ha un vantaggio consistente nei confronti del Milan secondo, e poi ha trovato una certa continuità di risultati. Sta al Napoli continuare così, non vedo perchè non dovrebbe continuare sulla stessa strada tracciata nelle prime 15 partite. La squadra c'è, ci sono degli ottimi ricambi, e c'è tanta qualità. Quest'anno, a mio avviso, il Napoli è la squadra più forte in Italia. Il Napoli ha segnato tanto, con uomini diversi, e questa è anche la vera forza della squadra. Riescono a creare tante situazioni pericolose in attacco. Osimhen è l'attaccante più prolifico, ma anche Simeone puo' fare ancora tanti gol. In effetti non solo loro, ma pure i centrocampisti, le ali e i difensori sono in grado di segnare, e quest'aspetto non va sottovalutato. Lo stesso Raspadori sta andando benissimo. Osimhen riesce ad andare in gol con regolarità perchè sa approfittare del gioco che la squadra costruisce attorno a lui, e' il terminale offensivo perfetto per il gioco voluto da Spalletti, e' molto bravo; il club l'ha preso proprio perchè sa finalizzare. In Champions la doppia sfida contro l'Eintracht Francoforte non è da sottovalutare. La squadra tedesca, agli Ottavi, non è mai semplice da affrontare. Hanno la mentalita' giusta, fanno del collettivo la loro forza.


Negli ultimi anni hanno fatto bene, nonostante questo penso che il Napoli sia favorito nel doppio confronto. Di sicuro l'impegno non va preso sotto gamba. E' pur vero che dal sorteggio il rischio di pescare squadre piu' forti era abbastanza alto, per cui va bene così. Dei nuovi acquisti mi e' piaciuta la capacita' di sapersi adattare subito. E' stato bravo Spalletti a farli inserire, ma anche il gruppo li ha aiutati tanto. Napoli e' una piazza molto esigente, hanno sostituito molto bene calciatori importanti come Mertens, Insigne e Koulibaly. Non era semplice. Brava la societa' a trovare dei sostituti molto forti. A centrocampo ci sono varie soluzioni. Lobotka e' un centrocampista molto forte, ha trovato la giusta dimensione nel Napoli, la sua consacrazione, dopo un po' di adattamento. Anguissa e Ndombele sono due calciatori fisici. Ho seguito le partite di Anguissa con il Camerun e devo dire che ha disputato un ottimo Mondiale. Zielinski e' un calciatore talentuoso, lo conosciamo da anni. Accanto a Zielinski attualmente ci sono calciatori molto bravi, che permettono di esprimere al meglio le sue qualita', fermo restando che per me e' sempre stato forte. Meret? Ho sempre pensato da diversi anni che fosse un portiere molto bravo. Si e' dovuto adattare alla piazza di Napoli, che richiede determinati standard. E' ancora giovane, puo' crescere e fare meglio. In futuro sara' un portiere molto importante nel calcio italiano.


 La continuita' tra i pali e' importante per assumersi delle responsabilita', davanti ha dei difensori esperti e forti che sicuramente lo aiutano. Come mai tanti allenatori faticano a sottolineare i meriti del Napoli? Ogni allenatore parla per la sua squadra. Da allenatore dico che e' vero che si fa fatica ad accettare la sconfitta. Il Napoli però ha fatto bene in questo inizio di stagione, è una formazione bella da vedere. Gli azzurri hanno comunque ricevuto tantissimi complimenti meritati da allenatori, opionionisti e giornalisti. La sosta tra novembre e dicembre ha rappresentato una novita' nel nostro calcio, percio' nessuno puo' dire che alla ripresa sara' un altro campionato. Il Napoli ha tutte le carte in regola per vincere lo scudetto. Gli azzurri devono solo andare avanti, giocando a calcio come sanno fare. Poi un pizzico di fortuna non deve mai mancare, tra infortuni e squalifiche. Attualmente non vedo squadre piu' forti del Napoli. Hanno delle individualita' fantastiche. Spalletti e' un allenatore esperto, che conosce molto bene il campionato italiano. Se calciatori come Anguissa restano a Napoli significa che lo fanno con piacere, perche' si puo' vincere. Lo scudetto, dopo tanti anni, sarebbe qualcosa di fantastico. Triplete? Il primo obiettivo e' vincere lo scudetto. Vincere la Champions e' difficile, perche' ci sono squadre piu' forti come il City. il Real Madrid e il Chelsea, che hanno qualcosa in piu' del Napoli. Certo, se gli azzurri dovessero essere in giornata possono mettere in difficolta' chiunque, ma non andrei troppo oltre con le previsioni. Il Napoli e' stata una macchina perfetta finora, devono restare solo concentrati e compatti".

Nessun commento: