NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Galletti: "Il Napoli si sta evolvendo, i tifosi sono felici del lavoro della società, la mano di Giuntoli è funzionale alla squadra"

 


Rudy Galletti, giornalista ed esperto di calciomercato, è intervenuto a "1 Footbal Club" su 1 Station radio, di seguito le sue parole:

Giudizio sullo scambio Bereszynski-Zanoli?


"Il Napoli è tra le squadre che si sta muovendo meglio sul mercato a partire dalla finestra estiva di calciomercato. Il campo ha poi giudicato l'operato del club azzurro. Lo scambio con la Samp dimostra l'atteggiamento della società e del presidente De Laurentiis. Il Napoli si sta evolvendo, e la tifoseria è contenta del lavoro svolto dalla dirigenza, dopo i mal di pancia estivi. Il club si sta muovendo in modo virtuoso sul mercato, seppur non in modo altisonante. La mano di Giuntoli, tuttavia, è funzionale alla squadra".

 

Possibile ritorno di Jorginho?


"Si è accostato spesso il nome di Ronaldo al Napoli in estate, eppure è rimasto allo United. Il futuro di Jorginho, dunque, sarà distante dal Chelsea, ma resterà in Premier. L'Italia potrebbe essere una pista da percorrere, soltanto se nessun club inglese dovesse soddisfare le richieste del calciatore. Napoli è stato il trampolino di lancio di Jorginho, ha fatto bene in maglia azzurra, ma non è un profilo che rientra nell'ottica strategica di questo nuova politica del club. Resta una suggestione della testata giornalistica che ha rilasciato la notizia, ma non mi risulta nulla".

 

Mercato dell'Inter?


"Thuram piace tanto alla dirigenza, ma è difficile possa arrivare. Prima del Mondiale, la pista era già complicata, la concorrenza è folta poiché il calciatore si libererà dal Borussia a parametro zero al termine della stagione. Dumfries, invece, potrebbe lasciare l'Inter, il Tottenham è interessato ad ingaggiare l'olandese ma a diverse condizioni economiche decretate dal club nerazzurro. Credo che la squadra milanese farà melina a gennaio, sono difficili alcune concretizzazioni di mercato. Il nome più traballante potrebbe essere quello di Gosens, anche se quest'ultimo ha intenzione di fare meglio nella seconda parte di stagione. Sarà un mercato attendista".

 

E della Juve e del Milan?


"Il club bianconero sta lanciando un messaggio di conferma e di rettitudine alle altre squadre italiane. Sta mutando tanto soprattutto per i cambiamenti a livello dirigenziale, ma anche per quanto concerne la gestione dei giovani. Si tratta di una strategia canterana, la Juve sta tentando di valorizzare i propri talenti. Iling Junior è un calciatore di assoluto livello, come tanti altri giovani ragazzi. È attenzionato Tielemans se dovesse essere ceduto Rabiot, potrebbe, inoltre, essere venduto McKennie per fare cassa. Il club sta pensando anche a Singo per sostituire Cuadradro, dopo una prima parte di stagione deludente. Per quanto concerne il Milan, il club sta cercando di mettere in risalto i calciatori ingaggiati in estate. È scettico, inoltre, circa un possibile intervento sul mercato per prelevare o meno un portiere, considerate le condizioni di Maignan".

 

La Roma continuerà a soddisfare le richieste di Mourinho?


"José ha bisogno di calciatori funzionali alla sua squadra. Ha vinto una Conference lo scorso anno, ma avrebbe dovuto ottenere risultati superiori alle aspettative della Roma. Ciononostante, bisogna costantemente seguirlo e tentare spesso di accontentare le sue richieste per essere al passo e sperare di conquistare successi importanti".

Nessun commento: