NEWS

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Cammaroto: "Mondiali? Non mi iscrivo al club di quelli che aspettano con passione la finale. E sul Napoli...''

Cammaroto: "Napoli, ecco Bereszynski e Contini, ultime su Demme e Gaetano, valutazioni future su Traorè e Lozano"

                                                                 Fonte foto: depor.com

Emanuele Cammaroto, per il suo consueto editoriale su NapoliMagazine.Com, analizza le ultime notzie riguardanti il mercato del Napoli e la conclusione del Mondiale in Qatar. Queste le parole del giornalista esperto di calciomercato:


Finisce il Mondiale e all'alba dello sprint finale di una stagione che potrebbe riscrivere la storia azzurra, il Napoli perde un tifoso speciale che stava per diventare anche il nostro allenatore nell'estate del 2015. -afferma Cammaroto - Sinisa Mihajlovic si consegna all'eternità e non può che esserci un pensiero di rispetto e di affetto per questo campione che ci ha regalato cose straordinarie da calciatore e poi si è dimostrato ancora più grande nella vita per i suoi valori e il suo carattere. Lo voglio ricordare con quelle sue parole commoventi: "Vorrei che lo scudetto lo vincesse il Napoli, per la gente. Io non c’entro un ca**o con loro ma li sento vicini e affini a me e al mio popolo". Era questo Mihajlovic e mi piace pensare che da questo momento il guerriero serbo ci guarderà dalla tribuna degli immortali, anche lui seduto accanto a Diego Maradona ad accompagnarci da lassù nella rincorsa a quel triplice fischio liberatorio che qui aspettiamo da 32 anni. 

Tra poche ore potremo finalmente dichiarare concluso il Mondiale di Qatar, non mi iscrivo al club di quelli che aspettano con passione la finale, con chissà quali significati, neanche sull'Argentina di Messi, che potrà anche vincere questo titolo e vale cinque volte di più di Ronaldo (il portoghese) ma non sarà mai come Maradona perchè -prosegue Cammaroto - Diego è stato semplicemente molto di più, troppo di più (di tutti).  

Intanto il Napoli lancia un doppio segnale importante, con l'acquisto di Bereszynski e il ritorno di Contini, entrambi dalla Sampdoria. Per il terzino polacco manca solo l'ufficialità ma è fatta, stesso discorso per il portiere e sono due mosse intelligenti. -aggiunge Cammaroto - Mi risulta che ci sia stato un confronto tra ADL, Giuntoli, Spalletti e che sia stato deciso all'unanimità di non lasciare nulla al caso per la ripartenza della stagione. Bereszynski è un'ottima alternativa che colma la lacuna dell'inesperienza del promettente Zanoli e ci ha messo 5 secondi per accettare Napoli, Contini copre un ruolo dove si rischiava di restare scoperti per gli acciacchi di Sirigu, che rimane e potrà dare una mano per la crescita dello stesso Contini, un ragazzo che merita di stare in questo Napoli.  

Stavolta non si potrà dire che la coperta sarà corta, siamo alla prospettiva di una squadra quasi perfetta nei doppi ruoli, con il solo punto interrogativo del caso Demme. C'è Gaetano che cresce e merita fiducia. -continua Cammaroto - Ad oggi Demme si guarda attorno e aspetta proposte ma non chiude all'ipotesi di restare. E d'altronde in una stagione come questa la logica vorrebbe che un calciatore faccia di tutto per vedere il proprio nome scritto in un gruppo che può fare la storia. C'è la Salernitana su Demme ma tornerà alla carica pure il Monza. Sondaggi anche da Sampdoria e Torino. In ogni caso Spalletti ha detto due cose alla società: la prima indicazione è che non considera incedibile Demme, è disponibile a dargli spazio ma non sarà esattamente il minutaggio che si aspetta il centrocampista. La seconda indicazione è che Gaetano non va ceduto in prestito, Spalletti crede in lui e lo ha blindato, con la convinzione di farlo crescere e sfruttare il suo talento. -riporta Cammaroto - Il Napoli aspetta le valutazioni di Demme ma gli ha fatto capire che c'è una dead line: dentro o fuori entro la prima decade di gennaio.  

Infine un'altra indiscrezione. Mi arrivano riscontri abbastanza concreti sull'idea di valutare proposte per Lozano a giugno. Giuntoli non avrebbe problemi ad individuare un potenziale sostituto. -spiega Cammaroto - Traoré è una pista credibile, ma non è l'unica. Lo staff azzurro sta monitorando alcuni profili sul mercato inglese e francese. Per il messicano, a cui non dispiacerebbe andare in Premier League o nella Liga spagnola, servirebbe però una proposta importante, una cifra di almeno 25-27 milioni che consentirebbe al Napoli di alleggerire il monte ingaggi e prendere poi, a costi ragionevoli, un sostituto di pari livello. 

Conclude Cammaroto

Nessun commento: