Esposito: “Ieri ho seguito l’allenamento del Napoli, la squadra sta bene. Spalletti mi ha chiesto una cosa…”

A Radio CRC
nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete”, è
intervenuto
Massimiliano Esposito, ex calciatore del Napoli. Queste le sue parole:

“Ieri ho fatto un giretto nel centro di Napoli.
Ringrazio la società ed il mister per questa opportunità. Mancavo da tanto e
dato che sono a Napoli per le feste, ho approfittato, sono un grandissimo
tifoso. La parola Scudetto? Non l’ho pronunciata neanche io. -afferma Esposito – Il cammino è lungo
e bisogna rimanere sul pezzo concentrati per questa seconda parte di campionato
che non è semplice. C’è un’aria di tranquillità, serenità ed entusiasmo. È un
Napoli primo in classifica che sta facendo bene in tutte le competizioni ed ha
8 punti di vantaggio, sicuramente non si può adagiare su questo, ma può
lavorare bene. 


L’unico rammarico che ho della mia permanenza a Napoli è quello
che era un periodo non facilissimo per la società e sono stati anni difficili e
bui. Questa è una società più stabile e più concreta su più fronti. -prosegue Esposito – È ovvio che
stando al campo giocatori che saltano l’uomo e creano superiorità ce ne sono
pochi, su questo Kvaratskhelia è bravissimo. Una volta si andava alla ricerca
di questi giocatori che ti creassero la superiorità numerica perchè saltare un
uomo ti permette di creare difficoltà alla squadra avversaria. In questi anni
si è un po’ perso, ma ora sembra che si stia tornando a pensarla così. 


Ho fatto
il nome di Kvaratskhelia perché è quello che va via più di tutti bell’uno
contro uno. Ieri ho visto una squadra che ha lavorato bene e con tanta
intensità. Ho visto una squadra che non aveva paura di giocare la palla, ho
visto giocate importanti. -continua Esposito – Ho visto una squadra in salute e l’ho detto anche al
mister che mi ha chiesto come li vedessi. Io li ho visti bene sia di testa che
di gamba e quelli che erano da recuperare stanno recuperando. 


È un Napoli che
arriverà alla partita contro l’Inter al completo, poi è ovvio che la partita ha
le sue insidie. Ma la sosta come può far paura al Napoli deve far paura anche
all’Inter. Qualora dovesse arrivare un piccolo passo falso se lo potrebbe
permettere, io sono fiducioso. -ritiene Esposito – Credo che la partita inizialmente soprattutto
sarà una partita dai primi minuti accorti. Quando giocavo io ed andavamo a
Milano impostavamo la partita per metterli in difficoltà. Non credo che da qui
al 4 gennai Spalletti fará altri carichi, saranno tutti allenamenti per far
smaltire la pesantezza nelle gambe. Per come li ho visti ieri, credo ci sia una
buona intensità e ritmo con pochissimi giocatori in affanno”.

Conclude
Esposito

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui