Ernesto Apuzzo, ex allenatore del Napoli Primavera, è intervenuto a Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, di seguito le sue parole : 

Ritrovare Insigne con quei sorrisi e quegli abbracci è stato bello, è un atto dovuto curare l’amicizia tra Lorenzo e il Napoli. Un consiglio di Insigne a Kvaratskhelia sul tiro a giro? Non credo che Kvara abbia bisogno di troppi consigli ormai (ride ndr)… Di certo il gruppo avrà scambiato due chiacchiere preziose con tutti i suoi ex compagni. Un futuro da dirigente per Lorenzo? E’ ancora lontano questo momento, a differenza di Hamsik e Mertens che sono più grandicelli.

Le dinamiche del calcio e della vita poi non sai mai dove ti possono riportare. Magari un futuro da procuratore o addirittura al di fuori del mondo calcistico. Io Lorenzo al momento non lo riesco a vedere come un dirigente, ma perché ricordo ancora che bambino veniva a pranzo da me e mia moglie (ride ndr). Poi gli auguro il meglio, è capace di fare qualsiasi cosa. La ripresa del Napoli? La testa farà la differenza. Non dobbiamo mollare la presa anche contro l’Inter che può avere qualche difficoltà”.

Conclude Apuzzo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui