NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Verso i quarant'anni dalla scomparsa del 'Comandante'


 Nel 2018 sul Corriere dello Sport Mimmo Carratelli fece una sorta di parallelo tra Achille Lauro e Aurelio De Laurentiis: il 'Comandante' se ne andò il 15 novembre 1982, di lunedì. Fu sì un 'padre-padrone', ma il giornalista Riccardo Cassero lo definì anche (come riportato nel volume 'Il Napoli dalla A alla Z' di Dario Sarnataro e Giampaolo Materazzo) <<un presidente a mezzadria, nel senso di affidamento temporaneo del proprio bene senza perdere il diritto a comandare. Sua era la proprietà del Calcio Napoli, sua la maggioranza del capitale, ma ad altri veniva affidata la responsabilità della gestione della società>>. Si servì del 'Ciuccio' per diventare sindaco di 'Città nuova' e un anno prima della riconferma portò a Napoli Luis Vinicio, sfilandolo alla Lazio in cambiò di un appalto in piazza Municipio al patron biancoceleste il quale era costruttore... Nei Cinquanta spesso un asinello bardato di azzurro faceva un giro di campo prima della partita. Achille Lauro rimase nel Napoli per trentatré anni, come Corrado Ferlaino. E quel parallelo di Mimmo Carratelli tra il 'Comandante' e ADL? Chissà, anche se è ancora presto, forse trentatré...

Nessun commento: