NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Calaiò: "Napoli, Spalletti saprà far ripartire bene il Napoli dopo la sosta''

Calaiò: "Spalletti saprà far ripartire bene il Napoli dopo la sosta, Kvaratskhelia è spettacolare, Osimhen straripante, Kim un guerriero, Lobotka imprescindibile"


Emanuele Calaiò, ex attaccante del Napoli, ha rilasciato un'intervista a "Napoli Magazine.Com". Queste le sue parole:

"In questa prima parte di stagione abbiamo visto un Napoli straripante. Questo è un Napoli maturo e consapevole di essere una squadra forte. -afferma Calaiò - Il gruppo è unito, al centro sportivo si vive con spensieratezza e serenità la quotidianità. Lo spogliatoio ha fiducia nei propri mezzi e, dopo le 11 vittorie consecutive in serie A, senza dimenticare il primo posto nel girone Champions che ha portato meritatamente il Napoli agli ottavi, sanno di aver fatto qualcosa di straordinario finora. -prosegue Calaiò -  I nuovi acquisti sono diventati subito protagonisti e di questo bisogna anche dare atto al grande Spalletti per il lavoro svolto, perche' li ha messi in condizione di esprimersi al meglio, sia mentalmente che tatticamente. 


Da Kim Kvaratskhelia, da Raspadori Simeone, come pure Ndombele, sono tutti giocatori funzionali al gioco dell'allenatore. Di solito quando si rifonda una squadra occorrono sempre un paio di anni per integrare e sfruttare al meglio i nuovi arrivati, mentre gia' al primo anno nel Napoli i nuovi acquisti hanno mostrato la propria identità. -aggiunge Calaiò - Il Napoli è maturo perchè riesce a vincere anche le partite sporche. E' un Napoli che, al momento opportuno, sa anche soffrire e sa avere pazienza quando il risultato non si sblocca subito, passando pero' sempre attraverso il gioco. I complimenti vanno quindi fatti a tutti i ragazzi, alla societa', al presidente, all'allenatore e al d.s. Giuntoli, perche' sono arrivati calciatori poco noti ai piu' ma che con il passare delle settimane si sono rivelati fortissimi. 


Anche a livello economico il valore di ogni singolo calciatore e' aumentato di molto. Quest'anno potrebbe essere l'anno buono per poter arrivare fino in fondo, perche' vedo che ci sono tutti gli ingredienti necessari per poter vincere rispetto a qualche anno fa. L'unica incognita, come del resto e' un discorso che e' possibile estendere a tutte le squadre, potrebbe riguardare il come tornera' il Napoli dopo la sosta per i Mondiali, essendo uno stop anomalo per il nostro calcio. Spalletti comunque sa il fatto suo, ha gia' avuto un'esperienza simile in Russia, dovendo fare i conti con una sosta invernale, per cui credo che fara' in modo che la squadra sara' nuovamente pronta e carica il 4 gennaio quando dovrà affrontare l'Inter. -spiega Calaiò - Le 11 vittorie di fila in campionato rappresentano comunque un traguardo importante, in Champions poi quello del Napoli e' stato il miglior attacco, perciò credo che il team azzurro proseguira' con questo ruolino di marcia. Kvaratskhelia e' un calciatore spettacolare.


Osimhen e' straripante. Kim e' un guerriero, ha fame, ha sempre voglia di imparare, proprio come ogni vero condottiero deve essere. E poi c'è Lobotka, imprescindibile in questa squadra, il Napoli non puo' fare a meno di lui, perche' non ci sono sostituti simili per caratteristiche. La prima parte di stagione del Napoli e' stata dunque ottima ed è opportuno sottolinearlo e ricordarlo a tutti".

 

Conclude Calaiò




Nessun commento: