Roberto Carlos “El Pampa”
Sosa,
ex attaccante del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a
“Pronto, chi Pampa?”, un’esclusiva di “Vikonos Radio”. Queste le sue dichiarazioni:


“Da
quando il Napoli è al primo posto non c’è stata nessuna squadra in grado di
avvicinarsi agli azzurri, il rendimento è stato straordinario, come ha detto
Spalletti i ragazzi sembrano dei marziani. -afferma Sosa – In campionato e Champions il Napoli
è stato il migliore d’Europa. L’incognita della pausa la scopriremo nel mese di
marzo, credo però che sarà molto difficile ripetere una stagione con una sosta
così lunga, anche perché credo che non vedremo più un Mondiale a novembre. -prosegue Sosa – L’incognita riguarda anche chi non va al Mondiale, tutti i giocatori staccano
completamente ed anche chi tornerà dal Qatar starà fermo una settimana. 


Per
quanto riguarda il Napoli, non bisogna essere condizionati dai gol subìti
contro l’Udinese negli ultimi minuti: il Napoli ha vinto 3-2 ma poteva anche
vincere con un distacco maggiore. -aggiunge Sosa – Le reti incassate contano veramente poco e
non c’entrano nulla con la stanchezza. Se la sosta è positiva o negativa lo
scopriremo più avanti. Il mese di gennaio è fondamentale per il Napoli, per
quanto riguarda il campionato: Inter, Juve e Roma in poche settimane. -spiega Sosa – Alla fine
del mese capiremo se lo Scudetto si dirigerà verso Napoli. 


E tra l’altro
secondo me saranno proprio i bianconeri gli avversari per il tricolore. A
febbraio, poi, ci sarà anche la Champions League contro l’Eintracht di Mario
Gotze che “odio” perché vinse contro la mia Argentina, spero gli azzurri possano
“vendicarmi”. La sosta farà bene a Kvara, il Napoli ha vinto tre partite senza
di lui e il georgiano può recuperare alla grande, raddoppiando forza e
allenamenti. -sottolinea Sosa –  Kvara è stato certamente il migliore degli azzurri, richiama
l’attenzione per le sue qualità, ha solo 21 anni. Al secondo posto metto Kim
per senso dell’anticipo, per l’umiltà, al terzo potrei mettere Meret, Lobo,
Osimhen, o anche Mario Rui, perché tutto il Napoli è stato grandioso. I
Mondiali? Innanzitutto dispiace che non ci sia l’Italia, poi devo dire che un
torneo a novembre non mi piace per niente e spero di non vederlo mai più. I
Mondiali hanno il potere di riunire tutto il popolo argentino: non esistono
distinzioni almeno per un mese, siamo tutti uguali. La Seleccion è tra le
favorite, come ovviamente il Brasile, la Francia, la Germania. Occhio anche
alla Spagna. L’esordio con l’Arabia Saudita? Dico 3-0 per noi”

      Conclude Sosa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui