Roberto Mancini,  ct dell’Italia, a
Vienna dove domenica sera affronterà l’Austria in amichevole qualche
ora dopo l’inaugurazione del Mondiale, ha rilasciato, in conferenza stampa le
seguenti dichiarazioni:  

 

“Meglio parlare
della partita che sarà un buon test. Vedremo come migliorare le cose fatte a
Tirana visto che questa sarà una sfida più difficile. -afferma Mancini – All’Europeo fu la
sfida più complicata quella contro l’Austria.
Comunque la sofferenza resterà fino a dicembre…”.

La voglia di rivalsa nel
gruppo della Nazionale è notevole? Lo abbiamo dimostrato da subito. -prosegue Mancini – Sì abbiamo perso contro
l’Argentina, ma poi si è vista grande voglia di rinascere subito, soprattutto
nei ragazzi e in Nations League lo abbiamo dimostrato sul campo” ha
proseguito Mancini in conferenza stampa.

Dopo il 3-4-3 messo in
mostra a Tirana, voglio conferme su un atteggiamento più offensivo anche contro un avversario più
fisico e tosto? Vedremo in campo delle soluzioni che abbiamo provato per
la prima volta, alcune le abbiamo fatte bene e altre meno. -aggiunge Mancini – Un test più
difficile aiuterà a capire cosa possiamo riproporre e cosa meno”.

Tra i volti del presente
e del futuro c’è Raspadori,
elogiato dal ct dopo la partita contro l’Albania? Ha grandi qualità, è
giovane ma sta migliorando notevolmente. Può fare qualsiasi ruolo perché sa
giocare ed è un centravanti atipico”.


Conclude
Mancini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui