A Radio Punto Nuovo, nel corso di
Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Pasquale Marino, ex allenatore
dell’Udinese. Queste le sue parole:

“Il Napoli è avvisato, perché l’Udinese non ha mai steccato
contro le big, Milan a parte. Certo, ora sono un po’ in calo e quindi è una fortuna
affrontarli in questo momento del campionato. -afferma Marino – Poi gli azzurri stanno facendo
cose straordinarie, stanno avendo una costanza di rendimento incredibile. E’
difficile da affrontare il Napoli, è una squadra imprevedibile. Ha
un’organizzazione di gioca straordinaria. Com’è affrontare Spalletti?
Difficile, qualche volta però mi è andata bene (ride ndr)… -prosegue Marino – Altre volte meno,
visto un 7-0 subìto col Catania quando lui era alla Roma. Lui è un allenatore
che varia molto e rappresenta sempre un innovatore. E’ una vita che allena,
eppure è sempre pieno di novità. In questo Napoli si vedono movimenti inediti,
soprattutto sulla destra con Di Lorenzo e Politano. Spalletti è stato bravo poi
a ricostruire questo gruppo dopo le partenze estive. -aggiunge Marino – Sottil erede di Spalletti
in Serie A? Spero proprio di sì, ha fatto tantissima gavetta e se lo merita. Ad
Ascoli ha fatto cose straordinarie, anche lui è un innovatore come Luciano.
All’Udinese si è adeguato anche al modulo 3-5-2, è qualcosa di importante avere
un’elasticità simile”.

Conclude Marino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui