NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Napoli-Rangers, Spalletti: ''Siamo stati quasi perfetti perché non era facile mantenere questo livello''



Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, dopo la vittoria in Champions League contro i Rangers è intervenuto al microfono di Dazn rilasciando le seguenti dichiarazioni:

"Siamo stati quasi perfetti, perché non era facile mantenere questo livello. La squadra invece è entrata in campo, soprattutto in quelli più freschi che ho fatto giocare, prontissima, loro si sono fatti trovare prontissimi. -afferma Spalletti - Meritano un applauso per l'attenzione e la cura che hanno avuto negli allenamenti e per aver sfruttato nel migliore dei modi quello che gli è stato messo a disposizione stasera. Abbiamo fatto una bellissima partita e siamo felici che l'abbiamo fatto col nostro pubblico vicino".

E' il miglior gruppo che ha mai avuto a disposizione?

"No, fortunatamente io ne ho avuto diversi di gruppi forti, ma queste sono le cose che fanno la differenza, questi atteggiamenti, la voglia di aiutare il compagno, la valutazione della palla per gli avversari perché poi da lì nascono tante cose belle".

Su Kim.

"Stasera c'è da fare i complimenti a tutti. Kim è questa roba qui. Quando avverte il pericolo diventa il doppio veloce, il doppio potente, il doppio grosso. -prosegue Spalletti -  Tutto doppio. Si accende in maniera automatica e per il suo avversario diventa impossibile rubargli spazio e tempi. Ma poi a lui resta roba anche per i compagni di squadra, oltre ad aver pulito il suo va anche dagli avversari su cui sono i compagni".

Maradona sarebbe orgoglioso di questa squadra?

"Sì, sicuramente sì. Maradona è sempre vicino alla squadra: abbiamo la statua nello spogliatoio, i ragazzi dentro mettono delle canzoni che riguardano lui, oltre alle canzoni che ci sono fuori. Quindi c'è anche della sua qualità nel primo tempo di stasera".

Conclude Spalletti


Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference dopo la vittoria contro il Glasgow Rangers. 


"I ragazzi si sono fatti trovare pronti. I recuperi di Politano e Raspadori sono stati importanti. Posso contare su tanti giocatori forti. -riporta Spalletti - A un certo punto volevo inserire Kvara, poi l'ho fatto accomodare nuovamente in panchina e non ha fatto problemi. Questa disponibilità è importante. E' tanta roba. Anche Osimhen voleva entrare dopo il bel gol alla Roma, ma ugualmente non ha fatto problemi. Quindi diventa imbarazzante scegliere quando ci sono tante soluzioni sulle quali posso contare. -asserisce Spalletti - Il Napoli non ancora qualificato nonostante i 15 punti? E' strano che siamo noi a punteggio pieno nel girone del Liverpool. Sarà una finalina per il primo posto contro il Liverpool. Sara' una serata bellissima, in un bellissimo stadio, senza nessuna tensione. ADL ha twittato soddisfatto? Per me siamo stati bravi. 



Scelte col Liverpool tenendo conto di Atalanta-Napoli? Quando le risposte sono buone sicuramente posso cambiare con maggiore serenità. Si gioca ogni tre giorni. Preferisco che si corra il rischio di giocare ad alti livelli sempre. -prosegue Spalletti -  Dobbiamo tener presente la qualita' dei calciatori, io dormo abbastanza bene. Raspadori non ha avuto un ruolo ben preciso. Ho visto bene anche Ndombele, a un certo punto da' la vampata, e' uno sveglio che capisce il calcio e il gioco importante. Li fa i passaggi per cogliere cio' che non ti aspetti. I nostri giovani ma vecchi? E' una difficoltà del calcio italiano pensare che i giovani non abbiamo possibilità di andare ad esibire caratteristiche professionali fatte di cose importanti. 



Noi abbiamo una squadra abbastanza giovane, ma gente come Raspadori e Simeone hanno fatto gol, cambiato squadre e sono in Nazionale. Se si allenano in un certo modo e' piu' facile far crescere anche Gaetano e Zanoli, che studiano Di Lorenzo. L'essenziale e' far venire fuori tante situazioni, cosi' c'e' una crescita come se giocassero sempre. Gaetano e' entrato in campo con sicurezza e personalità".

Conclude Spalletti  

 


Nessun commento: