NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Marchetti: ''Il Napoli ci fa brillare gli occhi da tre mesi, nessuno si sarebbe aspettato questo exploit''

 Marchetti: "Questo è il momento del Napoli, non so se lo sarà per tutto l’anno"


Nel corso dell'appuntamento odierno con L'Editoriale è intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb Radio il giornalista di Sky Sport Luca Marchetti. Queste le sue parole:

Le sfide di oggi e domani rappresentano uno spartiacque fondamentale per la stagione di Milan e Inter?


“Milan e Inter non devono sentire la pressione delle rispettive partite di Champions. -afferma Marchetti - Hanno mostrato di essere in forma, possono fare risultato e la qualificazione è alla portata. L’Inter forse sta messa meglio visto anche il doppio confronto con il Barcellona, ma i rossoneri affrontano due squadre con cui si possono fare 6 punti. Entrambe sono artefici del proprio destino".

 

In questo momento il Napoli è la squadra che gioca il miglior calcio d'Italia?

“Sicuramente questo è il momento del Napoli, non so se lo sarà per tutto l’anno. Come ha detto Sarri, un mese bene lo possono fare tutti, sei mesi buoni lo possono fare in pochi, un anno buono lo fa solamente uno, ovvero chi vince. -prosegue Marchetti -  Il Napoli ci fa brillare gli occhi da tre mesi, nessuno si sarebbe aspettato questo exploit. C’è una rosa capace di poter essere ben amalgamata, con un Osimhen che risulterà ancora più decisivo, ma anche la difesa dimostra di essere sempre più coriacea. Spalletti sa vincere non solo di fioretto, ma anche di clava, e questo denota intelligenza perché non si può essere sempre belli”.

 

La separazione di Emery dal Villarreal ti sorprende?

“La decisione di andare all’Aston Villa non mi è piaciuta, la responsabilità di tale scelta è del tecnico. Hai cominciato un progetto che dovevi portare avanti. -aggiunge Marchetti - Stai in un posto in cui puoi lavorare bene e ti trovi meglio, a prescindere dalla possibilità di poter andare in Premier, anche perché stai andando ad allenare una squadra che è in una situazione delicata a livello di classifica e prestazioni, mentre con il Villarreal stavi costruendo qualcosa di interessante”.

Conclude Marchetti

Nessun commento: