NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Il Napoli caccia i fantasmi del passato

 Il Napoli supera la Cremonese



 

Ci si aspettava una partita complicata, dopo le esaltanti prove, sia in campionato che in Champions anche perché si  sa che con le squadre, così dette piccole, il Napoli fa fatica essendo una squadra che basa sulle ripartenze e la velocità di inbucate in contropiede, la sua arma principale.

Il primo tempo ha visto il Napoli portarsi subito in attacco con Ramahani che colpisce la traversa  dopo una fenomenale incursione con tanto di tunnel all’avversario, ed ha poi siglato il vantaggio su calcio di rigore di Politano procurato da un’incursione in area di Kvaratskhelia.

La Cremonese non è stata a guardare ed ha provato a rispondere colpo su colpo pur restando sempre molto guardinga sulla propria trequarti di campo. E’ apparso in ottima condizione Ramahani mentre, nonostante il rigore procurato,  Kvaratskhelia ha palesato poca grinta nei contrasti ed ha commesso alcuni errori negli appoggi anche per la marcatura ossessiva ricevuta.

Nel secondo tempo la Cremonese parte con altro piglio e pareggia dopo pochi minuti su un’azione fortunosa ma la difesa del Napoli non è parsa posizionata bene. I fantasmi del passato sembrano ritornare anche perché un po' di stanchezza degli azzurri è palese, i postumi della grade partita effettuata contro l’Ajax erano visibili e i fraseggi erano lenti , ciò dovuto anche all’ottimo pressing dei lombardi. A quel punto però , Spalletti interviene con i cambi che risultano indovinatissimi. Mario Rui per Olivera, Zielinsky per Ndombele ma soprattutto Simeone per Raspadori, danno nuova linfa al Napoli e proprio da un cross di Mario Rui arriva il gol di Simeone che riporta il Napoli in vantaggio.

A quel punto la Cremonese molla gli ormeggi e si spinge in avanti. Una mossa obbligata ma che ha messo in evidenza la maggiore qualità del Napoli e cioè il gioco in ripartenza e sugli spazi che regala altri due gol al Napoli e la vetta solitaria. I tifosi possono sognare.

 

IL TABELLINO:

RETI: 25′ Politano (rig.), 47′ Dessers, 76′ Simeone, 93′ Lozano, 94′ Olivera

CREMONESE(4-2-3-1): Radu; Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili, Valeri (72′ Buonaiuto); Meite, Ascacibar (80′ Ciofani); Zanimacchia (46′ Okereke), Felix (62′ Escalante), Quagliata; Dessers (72′ Aiwu). A disposizione: Carnesecchi, Saro, Vasquez, Baez, Acella, Milanese, Ndiaye, Pickel. Allenatore: Alvini.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani (82′ Ostigard), Minjae, Mario Rui (82′ Olivera); Anguissa, Lobotka, Ndombele (57′ Simeone); Politano (73′ Lozano), Raspadori (73′ Zielisnki), Kvaratskhelia. A disposizione: Marfella, Sirigu, Jesus, Zanoli, Zedadka, Demme, Elmas, Gaetano, Zerbin. Allenatore: Spalletti.
ARBITRO: Abisso di Palermo (VAR: Di Bello)
AMMONITI: Zanimacchia, Sernicola

 

Arbitro : Rosario Abisso

 

Nessun commento: