NEWS

MONDIALI 2022

3[mondiali][stack]

TERZO TEMPO NAPOLI

5[napoli][btop]

CALCIO

[calcio][stack]

COPPE EUROPEE

3[coppe][btop]

ALTRI SPORT

3[Sport][stack]

AMARCORD

5[amarcord][btop]

CULTURA & SPETTACOLO

3[cultura][stack]

TERZO TEMPO WEB TV

SPECIALE TERZO TEMPO TV

Buriani, Sabatini, Ferrigno e De Core celebrano il Napoli: ''...E' la migliore espressione di calcio e di risultati al momento''

Sabatini: ''Perché nascondere un complimento? La vittoria di ieri è più impressionante delle altre vittorie perché Kvaratskhelia è stato abbastanza anonimo''



A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ruben Buriani, dirigente sportivo ed ex calciatore

“Se il Napoli può ripetersi dopo 32 anni? C’è l’ossatura di una squadra importante con dei giocatori veramente bravi. Bisogna mantenere la calma perché la piazza di Napoli si esalta e poi si demoralizza. Napoli è una città che ti dà tanto, ma quando c’è una partita un po’ così si abbatte. Il Napoli sta facendo delle cose straordinarie, è chiaro che non sarà sempre così. Adesso ci saranno i Mondiali ed è tutto un rebus. Si vede che il Napoli è una squadra tosta, rispetta tutti ma non ha paura di nessuno. Penso che abbia tutti i requisiti per restare in alto fino alla fine. Ha vinto partite importanti e fatto punti importanti e sta meritando in campo nazionale ed internazionale quello che sta raccogliendo. Quando hai molte partite da fare gli allenatori preferiscono avere sempre qualcosa in più rispetto a qualcosa in meno, perché più ne hai a disposizione e più è meglio per l’allenatore che può sostituirli tra loro. Lobotka? Le sue qualità sono indiscutibili. Anguissa se sta bene fisicamente non è come Lobotka, ma si avvicina. Uno come Lobotka non è semplice trovarlo neanche nelle altre squadre, è esploso in una maniera esponenziale. Stanno andando bene tutti, chiunque entra e chiunque esce dà il proprio apporto. Chiunque vada in campo sa cosa fare, il Napoli è stato privo di Osimhen per un mese e i sostituti hanno fatto in modo che non si sentisse la sua mancanza. Va dato merito a Spalletti per questo, è una squadra che vuole sempre vincere, sa stare in campo e subisce poco. I meriti vanno divisi tra staff tecnico e dirigenti. Il Napoli sta facendo un campionato straordinario”.

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Sandro Sabatini, giornalista

“Io appartengo al partito che dice che il Napoli è la migliore espressione di calcio e di risultati al momento. Ad oggi penso che il Napoli sia la squadra favorita, è ovvio che può succedere di tutto. Perché nascondere un complimento? La vittoria di ieri è più impressionante delle altre vittorie perché Kvaratskhelia è stato abbastanza anonimo. Le trappole di Mourinho? Io credo che Spalletti abbia impostato la partita pensando al suo più che al calcio degli altri. Io ho visto una squadra molto autorevole. Nel Napoli non c’è nessun giocatore che abbia paura di toccare il pallone. Secondo me Belotti non vale Abraham, Osimhen, Raspadori e Simeone. Ci sono i meriti del Napoli e i demeriti della Roma che non riusciva ad uscire. L’unico stratagemma tattico di Mourinho era il lancio lungo e la galoppata di Zaniolo. Il Milan? Fino ad oggi le due squadre che deludono di più sono Inter e Juventus. La squadra che sorprende di più è la Lazio. Il Milan è la squadra che ha vinto lo scudetto, quindi la miglior squadra dell’anno scorso. Ma il Napoli per come è stato rinforzato, è davvero forte. I rossoneri giocano un buon calcio, hanno anche entusiasmo. Anche la Fiorentina ha deluso perché ha gli stessi punti del Monza. Ci sono anche degli episodi che hanno condizionato la classifica dei viola. La Fiorentina ha dimenticato la crescita dell’anno scorso. Juventus in ripresa? Io penso che tutto dipenderà dal distacco che avrà dal Napoli alla sosta. Se saranno contenuti tra i 10 massimo, la Juve andrà tenuta d’occhio. Con cinque titolari diversi si presenterà con una forza diversa i uova alla ripresa. Come si è visto con Osimhen non conta l’infortunato, ma il sostituto”.

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto  Marco Ferrigno, maestro presepiale

“La statuina di Kvaratskhelia è la più venduta. Non la acquistano solo i tifosi napoletani, ma anche i tifosi del calcio in assoluto, come succede con le statuine di giocatori come Messi. È un giocatore a cui fanno falli di tutti i tipi e non si lamenta mai. C’è stata una signora georgiana che ha comprato tre statuette di Khvicha. A San Gregorio Armeno proveremo a fare questo senso unico alternato con l’aiuto delle persone. Quest’anno con il clima attuale faremo babbo natale col costume!”

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Francesco De Core, giornalista de Il Mattino

“Mi auguro che l’entusiasmo di questo Napoli contagi la platea dei lettori e dia soddisfazione alla città. È una vetta della classifica meritatissima. Anche ieri in una partita così dura contro una squadra così ostica ha meritato la vittoria. Mettiamo da parte la scaramanzia perché non serve a nulla. Bando alle battute il Napoli è una delle tre squadre più attrezzate del campionato per vincere lo scudetto. È una stagione particolare per il Mondiale. In questo momento il Napoli è una spanna sopra le altre. Milan ed Inter sono le squadre più attrezzate per poter contendere lo Scudetto al Napoli, ma c’è questa incognita del Mondiale per il quale non sappiamo come ritroveremo le squadre a gennaio. Il gioco espresso, i punti in campionato, la panchina e la dimensione europea del Napoli dimostrano che la squadra è una candidata allo scudetto. Gaetano? È entrato in un momento particolare della partita ed ha svolto il proprio compito molto bene. Ha grande duttilità e voglia di giocare. Ad inizio di campionato si è messo a disposizione di Spalletti, questo è l’atteggiamento giusto. Chiaramente vedere un nostro ragazzo giocare all’interno della squadra è motivo di soddisfazione. La partita era bloccata, difficile e molto ruvida, ma Gaetano ha dato il proprio apporto”.

 

Nessun commento: