Tocca ad Anguissà

Dopo Rahmani  tocca ad Anguissà  alzare il braccio verso la panchina per
chiedere il cambio.

Sono due giocatori, risultati,
fondamentali per i propri reparti.

Nelle ultime due partite Kim ha
subito l’assenza del kosovaro ma con la sua determinazione, l’aiuto del suo compagno
di reparto e di uno straordinario Lobotka, è riuscito a cavarsela intervenendo
a sbrogliare matasse difficili da risolvere.

Per Rahmani si sa già che sarà
costretto a fermarsi fino alla sosta per i mondiali mentre per quanto riguarda
Anguissà bisogna aspettare gli esami strumentali di domani.

I sostituti naturali sono
Ostigard , apparso un po’ contrariato per la panchina nel match contro l’Ajax  al quale è stato preferito Juan Jesus, e
Ndombele candidato alla sostituzione del camerunense a meno che Spalletti non
decida di arretrare Zielinsky  e dare
minutaggio a Elmas.

Di certo la mancanza di questi
due calciatori si sentirà anche perché hanno svolto un lavoro eccezionale nelle
loro aree di competenza ma, per giudizi definitivi, bisogna aspettare domenica
che i napoletani attendono per un’altra sera di passione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui